Giovedì, 21 Ottobre 2021
Economia

Nuovo appello di Confartigianato per le estetiste: "Riaprire subito, grave discriminazione rispetto ai parruccheri"

L'associazione torna all'attacco per la chiusura dei centri estetici da parte del Governo, settore per il quale non sono previsti degli indennizzi

Riaprire subito i centri estetici e le attività delle estetiste, che stanno subendo una grave ed ingiustificata discriminazione rispetto agli acconciatori, considerando che non sono previsti nemmeno degli indennizzi. Confartigianato imprese Pescara, con il direttore Vianale, torna all'attacco per chiedere la tutela di un settore che sta pagando a caro prezzo le chiusure e restrizioni imposte ormai dal mese di novembre dal Governo per contenere l'emergenza Coronavirus.

L'associazione, a livello nazionale, si sta battendo per la riapertura dei centri estetici e per ottenere rapidamente degli indennizzi che possano dare ossigeno alle centinaia di professioniste che operano anche nel Pescarese, oltre al grave problema dell'abusivismo dilagante che ormai caratterizza queste settimane:

Confartigianato ha apprezzato la risoluzione di maggioranza, approvata a fine novembre dalla Camera, che recepisce la nostra proposta di indennizzare tutti gli imprenditori che hanno subito gravi perdite di fatturato a causa della pandemia, indipendentemente dalla loro appartenenza a settori e ambiti di mercato

Nei giorni scorsi abbiamo chiesto ed ottenuto maggiori controlli per tutelare tutti gli operatori che, nel rispetto delle regole, con senso di responsabilità, sono fermi ormai da settimane, ma alle condizioni attuali il fenomeno sta diventando incontrollabile

Ricordiamo che, in base al decreto con le varie zone di rischio stabilite dal Governo, in zona arancione i parrucchieri possono operare su appuntamento mentre i centri estetici risultano chiusi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo appello di Confartigianato per le estetiste: "Riaprire subito, grave discriminazione rispetto ai parruccheri"

IlPescara è in caricamento