Economia

Concessioni demaniali: lunedì la manifestazione dei balneatori

Arriveranno da tutta la costa adriatica i balneatori che parteciperanno lunedì 28 febbraio alla manifestazione di Fiba e Sib per protestare contro la direttiva europea

Arriveranno da tutta la costa adriatica i balneatori che domani, 28 febbraio, manifesteranno a Pescara  e Montesilvano per protestare contro le nuove direttive europee in merito alle concessioni demaniali, nell'ambito della cosidetta direttiva "Bolkestein".

I balneatori si ritroveranno alle 9 davanti alla Warner Village, in via D'Andrea a Montesilvano, dove partirà il corteo di auto che raggiungere il centro di Pescara, toccando la Capitaneria di Porto, Piazza Italia e viale Marconi. Nell'auditorium Castellamare, vicino alla giunta regionale, ci sarà poi un'assemblea che concluderà la protesta.

La Torre, presidente di Fiba Confesercenti, sottolinea come ci sia il rischio concreto che il patrimonio delle piccole e medie imprese balneari italiane, da sempre un'eccellenza a livello europeo, possa essere gettato via da questa legge, con circa 800 imprese abruzzesi a rischio.

"Si continua a non capire che il turismo è l’unica industria non delocalizzabile e soprattutto che un’offerta da fast-food sulle spiagge sarebbe un grandissimo regalo alle destinazioni concorrenti" prosegue La Torre.

Riccardo Padovano, presidente del Sib Confcommercio Abruzzo, sottolinea invece come non sia possibile applicare le regole valide per il resto dell'Europa all'Italia, dove la storia e le realtà sono completamente diverse.

"Noi siamo fra i simboli del made in Italy nel turismo e l’ultimo argine contro le infiltrazioni malavitose e i tentativi di riciclaggio" conclude Padovano.

Intanto il 1 marzo ci sarà la riunione della Conferenza Stato Regioni dove si discuterà nuovamente di questo delicato tema.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concessioni demaniali: lunedì la manifestazione dei balneatori

IlPescara è in caricamento