L'appello di Coldiretti: "Oltre ai ristori serve un taglio del costo dei lavoratori per le aziende agricole"

Coldiretti Abruzzo raccoglie l'appello del presidente nazionale Prandini lanciato al Governo per l'emergenza Coronavirus

Tagliare il costo del lavoro per le aziende agricole con l'esonero del versamento dei contributi previdenziali fino alla fine dell'anno, per poter continuare a garantire l'approvigionamento da parte delle imprese duramente colpite dalle chiusure del settore ristorazione. L'appello è stato lanciato dal presidente nazionale di Coldiretti Prandini e raccolto dalla Coldiretit Abruzzo.

In particolare, l'associazione di categoria evidenzia come nel dl Ristor 2 servirà un deciso cambio di passo da parte del Governo considerando che la chiusura della ristorazione ha avuto ricadute importanti anche sulla filiera indiretta dell'agroalimentare, con disdette di ordini per prodotti come vino, olio, carne, pesce, frutta e verdura ma anche salumi e formaggi di alta qualità che rappresentano un importante zoccolo duro nel consumo in ristoranti, bar e tutto il settore dei pubblici esercizi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esplosione e forte boato al confine fra Pescara e Montesilvano: sul posto i vigili del fuoco

  • "Il caffè è compagnia, così non si può lavorare": bar di Montesilvano preferisce chiudere

  • Covid, dal 29 novembre cambiano i colori delle Regioni: l'Abruzzo resterà zona rossa almeno fino al 3 dicembre

  • Addio a Guido Filippone, Cepagatti piange il suo "Barone"

  • Diego Armando Maradona e l'Abruzzo, ecco la foto con lo chef Quintino Marcella

  • Saturimetro: cos’è, come si usa e perché, proprio ora, è fondamentale

Torna su
IlPescara è in caricamento