rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Economia Via R. Paolucci

Coldiretti ripropone il "pic nic" del primo maggio anche al mercato "Campagna amica" di Pescara

L’appuntamento è al mercato in via Paolucci a Pescara con gli agribag a km 0 per chi vuole trascorrere la giornata del primo maggio all'aria aperta

Dopo un anno di stop a causa della pandemia, tornano i pic nic all’aria aperta nel weekend del primo maggio grazie all'iniziativa di Coldiretti che anche a Pescara, nel mercato di Campagna amica in via Paolucci, offrirà gli agribag a km 0 a disposizione degli utenti che intendono trascorrere la giornata, clima permettendo, all'aria aperta magari facendo un pic nic con fave fresche, pane, olio, salumi, mozzarelle, ciliegine, fiadoni, pizza scima e bocconotti, oltre ad una bottiglia di vino doc.

Il mercato sarà aperto dalle 9,30 alle 14 come spiega Coldiretti che vuole puntare solo su prodotti locali e genuini, rispettando le normative anti Covid.

Con gli agricoltori e gli allevatori della Coldiretti sarà possibile tra l’altro imparare a riconoscere la fava fresca, scegliere giusti abbinamenti per formaggi e salumi ma anche scoprire i segreti della grigliata contadina e apprendere come cucinare pratici piatti da picnic o preparare merende rustiche con l’aiuto degli agrichef.

Intanto fioccano le prenotazioni, sempre per il fine settimana del primo maggio, negli agriturismi abruzzesi dove i tavoli saranno all'aperto come stabilito dalle normative sul Covid, anche se saranno preparati cestini per le agriscampagnate da consegnare anche a domicilio e con la possibilità di asporto.

Coldiretti aggiunge che ormai sono sempre più diffusi pacchetti e programmi che, oltre alla degustazione di piatti e prodotti tipici a pranzo e cena, prevedono equitazione, il tiro con l’arco, il trekking e non mancano attività culturali come la visita di percorsi archeologici o naturalistici.

Se la disponibilità di tavoli all’aperto non è un problema per gli agriturismi che dispongono di ampi spazi nel verde, a preoccupare è invece il limite fissato per il coprifuoco alle 22 poiché gli agriturismi sono situati nelle aree rurali e ci vuole tempo per raggiungerli dalle città. Un sacrificio però che in molti sembrano disposti ad affrontare anticipando l’uscita per garantirsi una cena nel rispetto della tradizione lontano dagli affollamenti dei locali in città.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coldiretti ripropone il "pic nic" del primo maggio anche al mercato "Campagna amica" di Pescara

IlPescara è in caricamento