Economia

Cna e Confesercenti contro il lockdown totale: "Servono strategie comuni e utili per aumentare i ristori"

Le due associazioni di categoria si dicono contrarie alla possibilità di un nuovo lockdown generale per due o tre settimane prima del periodo natalizio

No alla richiesta di lockdown totali per attività artigianali e commerciali, ma l'avvio di un dialogo e di una strategia comune per far ottenere i ristori agli imprenditori e artigiani in base al calo di fatturato e non in base alle chiusure dei singoli codici Ateco. La Cna e Confesercenti, con i direttori Salce e Taucci, criticano le proposte avanzate in queste ore da alcune associazioni di categoria e politici locali riguardanti un possibile lockdown di due o tre settimane da terminare prima dell'inizio del periodo natalizio.

Secondo le due associazioni, si tratta di un rimedio peggiore anche se si comprendono le difficoltà causate dall'ultimo dpcm e i dubbi relativi agli spostamenti fra comuni per i clienti abituali di attività artigiane:

Diventa quindi indispensabile adottare come criterio per accedere al contributo a fondo perduto il calo di fatturato, unico strumento che effettivamente fotografa l’andamento delle imprese. In questa logica il riferimento non può essere limitato allo scorso mese di aprile ma dovrà tenere in considerazione un periodo più congruo, considerando la ciclicità di molti settori dell’economia. Ma un conto è invocare modifiche ed interventi tempestivi, altra cosa mettersi a chiedere di chiudere i battenti: perché stavolta, per tanti, potrebbe voler dire non riaprirli più

Ricordiamo che durante l'ultima seduta della commissione comunale Commercio il presidente Rapposelli, con l'appoggio di alcune associazioni, aveva avanzato la proposta di un lockdown totale in Abruzzo a partire dai prossimi giorni fino all'8 dicembre per poter poi riaprire con una diffusione sensibilmente inferiore del contagio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cna e Confesercenti contro il lockdown totale: "Servono strategie comuni e utili per aumentare i ristori"

IlPescara è in caricamento