Domenica, 24 Ottobre 2021
Economia

Fita Cna s'infuria per i possibili aumenti dei pedaggi lungo le autostrade A24/A25: "Ulteriore salasso inaccettabile"

L'associazione di categoria degli autotrasportatori commenta le parole del vicepresidente di Strada dei Parchi che ha paventato la possibilità di nuovi aumenti dei pedaggi

No agli aumenti dei pedaggi delle autostrade A24/A25 scaricando le inadempienze degli organi preposti che non provvedono alla manutenzione straordinaria delle autostrade. L'attacco arriva dalla Cna Fita Abruzzo che è preoccupata per le parole del vicepresidente di Strada dei Parchi, la concessionaria che gestisce le due autostrade, che ha paventato la possibilità di nuovi aumenti in arrivo, anche consistenti su una tratta che ha già tariffe particolarmente alte frutto dei rincari degli ultimi anni:

"Si tratta di inadempienze che finiscono per bloccare interventi decisi da anni, eppure fondamentali per la sicurezza degli utenti, visto che parliamo di un'infrastruttura considerata strategica in caso di calamità naturali. Per questo occorre subito colmare con i necessari atti amministrativi, le inadempienze che si sono sin qui accumulate nonostante le promesse a suo tempo rivolte a imprese e cittadini". Ricordiamo che proprio il vicepresidente di Strada dei Parchi Mauro Fabris durante l'Abruzzo Economy Summit aveva chiesto al Governo di sbloccare subito i 6 miliardi di euro destinati alla messa in sicurezza ed adeguamento sismico delle due autostrade che collegano Lazio e Abruzzo.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fita Cna s'infuria per i possibili aumenti dei pedaggi lungo le autostrade A24/A25: "Ulteriore salasso inaccettabile"

IlPescara è in caricamento