Economia

Chiude per due mesi la ferrovia Pescara-Roma: è l’anticamera della soppressione definitiva?  

Federconsumatori Abruzzo lancia l'allarme per la linea su ferro che collega il capoluogo adriatico alla Capitale: "Speriamo che questa non sia solo una prova generale per testare le reazioni del popolo"

Federconsumatori Abruzzo lancia l’allarme sulla ferrovia Pescara-Roma: “Adesso che i pendolari marsicani si stavano abituando ai nuovi piccoli vantaggi (i piccoli vantaggi resteranno solo un piccolo patrimonio dei marsicani, fino a quando i responsabili regionali non riusciranno a dare un treno no-stop da Pescara a Roma - 2h e 45' circa), apprendiamo che Rete Ferroviaria Italiana ha deciso di sospendere dal 16 luglio al 3 settembre il servizio ferroviario tra Pescara e Roma (i treni verranno sostituiti dai bus). Dicono che si tratta di effettuare lavori per migliorare la sicurezza della linea”.

Questi i dubbi espressi da Federconsumatori:

  1. “Speriamo che non si tratti di lavori come sulla linea Sulmona-L'Aquila. Lavori che hanno comportato la chiusura della linea per un paio di mesi ogni anno, per una decina di anni (a luglio ed agosto, come nel nostro caso), e poi questi lavori non li ha visti nessuno”.
  2. “Perché i bus che sostituiranno i treni sulla Pescara-Roma non vengono fatti arrivare a Roma Termini, come i treni? Almeno in questo caso non possono dirci che mancano i binari!”.
  3. “Perché i pendolari che debbono pagare un notevole prezzo per questi lavori non vengono informati esattamente sui lavori che verranno realizzati e sui vantaggi che saranno conseguiti?”.

L’associazione auspica dunque “che la chiusura di quasi due mesi della linea Pescara-Roma non sia solo una prova generale per testare le reazioni del “popolo”. Se le reazioni dovessero essere tiepide, forse qualcuno sta già pensando ad altro”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiude per due mesi la ferrovia Pescara-Roma: è l’anticamera della soppressione definitiva?  

IlPescara è in caricamento