rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024
Economia

Caro bollette, il sindacato Usb chiede un tavolo permanente con la Regione: "Si rischia un tracollo economico e sociale"

A lanciare l'allarme il coordinatore federazione regionale Usb Abruzzo Luigi Iasci e i componenti dell'esecutivo regionale Usb Lavoro privato Romeo Pasquarelli e Armando Nevoso

Istituire un tavolo permanente con la Regione e gli organi istituzionali locali, oltre alle parti sociali, per affrontare la drammatica crici economica che rischiano di generare gli aumenti spropositati delle bollette e consumi energetici. A cheiderlo il sindacato Usb Abruzzo con il coordinatore federazione regionale Usb Abruzzo Luigi Iasci e i componenti dell'esecutivo regionale Usb Lavoro privato Romeo Pasquarelli e Armando Nevoso

"I giornalieri aumenti dei costi delle materie prime ed in particolare di quelli energetici stanno avendo un impatto drammatico sulle famiglie e sulle imprese abruzzesi. In diversi settori produttivi le aziende rischiano di fermarsi perché non più in grado di sostenere tali costi. I settori colpiti sono diversi: industriale, alberghiero, agricolo, ecc., ed i provvedimenti di sostegno messi in campo dal governo nazionale non sono ancora sufficienti. Nei prossimi mesi potremmo assistere alla perdita di migliaia di posti di lavoro, perché le piccole e medie aziende potrebbero rischiare di chiudere.  Molte imprese ricorreranno ad ammortizzatori sociali che comunque ridurranno le capacità reddituali dei nostri concittadini, già falcidiati da un’inflazione galoppante."

Servono interventi straordinari, conclude l'Usb, che ha scritto al presidente Marco Marsilio e all'assessore Daniele D'Amario per monitorare le situazioni critiche ed individuare le modalità e le risorse per evitare la catastrofe occupazionale ed il crollo dei redditi delle famiglie.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caro bollette, il sindacato Usb chiede un tavolo permanente con la Regione: "Si rischia un tracollo economico e sociale"

IlPescara è in caricamento