rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Economia

Pescara, l'allarme di Slp Cisl Abruzzo: "Carenza di sportellisti alle Poste"

Già a partire dalle prossime riunioni, la sigla sindacale chiederà all’azienda interventi immediati, non escludendo, se costretta, anche di intraprendere azioni di protesta: "Il quadro complessivo è critico in tutta la regione"

"Il nuovo anno in Abruzzo riserverà ai clienti che si recheranno negli uffici di Poste Italiane un aumento considerevole dei disagi. Il numero degli operatori allo sportello, si è ridotto di oltre 100 unità (sarà almeno il doppio a Giugno) per via degli esodi e/o pensionamenti. Si riafferma sempre con maggiore urgenza la grave problematica che da tempo mette in ginocchio gli Uffici postali di molte zone dell’Abruzzo e che oggi ha raggiunto livelli di assoluta insostenibilità, ovvero la chiara insufficienza di risorse applicate agli sportelli".

Lo afferma in una nota la sigla sindacale Slp Cisl Abruzzo, aggiungendo quanto segue:

“Ormai il ricorso sistematico allo straordinario non basta più. Il quadro complessivo è decisamente critico in tutta la regione e in alcune zone è decisamente sull’orlo del collasso. E’ necessario un congruo aumento del personale applicato alla sportelleria, attingendo a tutti gli strumenti previsti dagli accordi nazionali sulle politiche attive”.

Già a partire dalle prossime riunioni, la Slp Cisl chiederà all’azienda interventi immediati, non escludendo, se costretta, anche di intraprendere azioni di protesta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara, l'allarme di Slp Cisl Abruzzo: "Carenza di sportellisti alle Poste"

IlPescara è in caricamento