Emergenza Coronavirus, richiesti 19 mila bonus famiglia alla Regione Abruzzo

L’alto numero di domande pervenute sottolinea le reali necessità della popolazione abruzzese caratterizzata, purtroppo, da un gran numero di famiglie in grave stato di difficoltà economica

Sono in totale 19 mila le richieste per il bonus famiglia pervenute alla Regione Abruzzo per le difficoltà economiche conseguenti all'emergenza Coronavirus.
L’alto numero di domande pervenute sottolinea le reali necessità della popolazione abruzzese caratterizzata, purtroppo, da un gran numero di famiglie in grave stato di difficoltà economica.  

Rispetto ai criteri stabiliti dal disciplinare, la Giunta ha deciso di attribuire il massimo del contributo, pari a 1000 euro, alle prime due fasce di priorità: nuclei familiari in cui siano presenti persone in condizione di disabilità grave o di non autosufficienza e nuclei familiari con almeno tre figli o altre persone a carico.

In seguito, in base alle economie restanti, a finanziare anche la terza fascia di priorità ovvero le famiglie con due figli a carico, fino a esaurimento del fondo assegnato che complessivamente ammonta a 5 milioni di euro. Sono circa tremila le famiglie che beneficeranno del bonus. Nel corso dei lavori della Giunta il presidente Marco Marsilio e gli assessori hanno convenuto sulla necessità di chiedere al consiglio regionale di provvedere, con apposita legge, al rifinanziamento del bonus famiglia, al fine di riuscire ad evadere tutte le richieste di contributo pervenute alla Regione. La delibera approvata dalla Giunta, consentirà agli uffici di procedere nelle prossime all’accredito del contributo, direttamente sui conti correnti dei beneficiari.

Questo quanto dichiara Marsilio:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«L’alto numero di domande pervenute, purtroppo, non rappresenta un segnale positivo in quanto mette in evidenza le nuove forme di povertà che l’emergenza sanitaria ha creato. Abbiamo dato la priorità alle situazioni familiari più disagiate ma l’obiettivo è quello di riuscire ad ampliare al massimo la platea di beneficiari del bonus famiglia. L’avvio dell’erogazione dei fondi è la risposta più diretta e concreta ai bisogni delle famiglie abruzzesi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente lungo l'asse attrezzato, auto si ribalta e prende fuoco: tamponamento tra altre 4, ferite 6 persone [FOTO]

  • Gechi in casa: cosa fare e perché segnalarli al Wwf Abruzzo

  • Bambina di 6 anni con il nervo ottico infiammato ha bisogno urgente di una risonanza, ma manca il saturimetro amagnetico

  • Buoni fruttiferi postali prescritti, donna di Pescara recupera 8 mila euro: la decisione dell'arbitro bancario finanziario

  • Tre nuovi casi di Covid a Silvi: fra loro un'insegnante di una scuola di Montesilvano

  • Pochi minuti e il cielo diventa scuro sopra Pescara, e viene giù il temporale [FOTO-VIDEO]

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPescara è in caricamento