menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Benzina più cara in Abruzzo per sanare il debito della sanità

Il buco nei conti della sanità da 360 milioni di euro costerà circa 2 centesimi al litro in più sulla benzina. E' la decisione presa dalla Giunta regionale che ha approvato il Bilancio

Il buco nei conti della sanità da 360 milioni di euro costerà circa 2 centesimi al litro in più sulla benzina. E' la decisione presa dalla Giunta regionale che ha approvato il Bilancio.

Un bilancio definito da Chiodi della "concretezze e del rigore", senza penalizzazioni per lo sviluppo del territorio.

"Per l'Abruzzo la decurtazione è stata, infatti, pari all'80 per cento, passando da 170 milioni a 40 milioni di euro" ha detto Chiodi in merito al taglio dei fondi proveniente dal Governo per le funzioni delegate.

Per quanto riguarda la questione del debito della sanità di 360 milioni di euro, la Giunta ha chiesto un anticipo allo Stato di 200 milioni, che verrà restituito in trent'anni.

Oltre ad alcuni tagli sulle spese, è stata introdotta un'accisa sulla benzina che prevede una maggiorazione sul costo al dettaglio di 2 centesimi al litro nella nostra Regione.

L'assesore Masci ha sottolineato come non siano state toccate Irpef e Irap.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento