Domenica, 19 Settembre 2021
Economia

Porto di Pescara, il 21 agosto verrà pubblicato il bando per i lavori che partiranno a inizio 2021

A farlo sapere è Lorenzo Sospiri, presidente del consiglio regionale: questo primo lotto avrà un importo pari a 5 milioni e 943 mila euro

Sarà pubblicato dall'Arap venerdì 21 agosto sulla gazzetta ufficiale dell'Unione Europea la gara d'appalto per affidare l’intervento di deviazione del porto canale di Pescara.
A farlo sapere è Lorenzo Sospiri, presidente del consiglio regionale: questo primo lotto avrà un importo pari a 5 milioni e 943 mila euro.

Il termine entro il quale le imprese potranno presentare la propria candidatura è fissato per il prossimo 15 settembre.

L'obiettivo è quello di arrivare, entro fine anno, all’aggiudicazione definitiva del cantiere che potrà aprire all'inizio 2021.
Come ricorda Sospiri, «appena il 6 agosto scorso abbiamo avuto la conferma dell’inserimento del finanziamento complessivo di 21 milioni 200 mila euro nella manovra finanziaria dello Stato per le opere di deviazione del porto canale, fondi che inizialmente non erano stati previsti e che solo grazie al pressing esercitato dal nostro Governo regionale siamo riusciti a ottenere. E anche in quella occasione qualcuno dalle frange della sinistra ha messo in dubbio l’esistenza del fondo, a suo giudizio presente solo sulla carta. Oggi l’Arap ha concretamente smentito tale ipotesi inviando al Guce l’avviso del bando di gara per l’affidamento del primo stralcio dell’intervento che segna il punto d’arrivo di un procedimento partito da lontano e che ha vissuto le sue ultime tappe con la giunta Marsilio».

In totale sono previste opere per 60 milioni di euro e l’Arap, stazione appaltante, ha segmentato il progetto in più lotti. Il primo, forse il più importante è il primo a partire e prevede l’apertura verso il largo del porto canale, la deviazione del flusso delle acque, l’aggancio alla nuova apertura con il braccio sinistro che deve andare verso il largo a nord per permettere l’ormeggio dei pescherecci e riparare dalle correnti e il braccio destro che si allunga verso sud per permettere l’attracco delle grosse imbarcazioni, delle petroliere di Di Properzio, dei traghetti verso la Croazia, quindi di tutte le navi che hanno bisogno di un pescaggio importante e che non dovrebbero più avvicinarsi al canale. In più si prevede, con i successivi lotti, la costruzione delle nuove vasche di colmata per i futuri dragaggi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porto di Pescara, il 21 agosto verrà pubblicato il bando per i lavori che partiranno a inizio 2021

IlPescara è in caricamento