rotate-mobile
Economia

Bandiere Blu, Fab Cna Abruzzo: "Pochi controlli"

La Fab Cna Abruzzo interviene in merito alla questione delle Bandiere Blu e dei 4 riconoscimenti persi dalla nostra Regione. "Pochi controlli e nessun risanamento dei fiumi"

La Fab Cna Abruzzo interviene in merito alla questione delle Bandiere Blu 2014 e dei quattro riconoscimenti persi dalla nostra Regione. Cristiano Tomei, segretario regionale Fab, punta il dito contro gli scarsi controlli e il mancato risanamento dei fiumi.

"La perdita di ben quattro Bandiere Blu, da parte di altrettante spiagge abruzzesi, se da una parte rappresenta un duro colpo all’immagine turistica della nostra regione, a pochi giorni dall’apertura ufficiale della stagione balneare, dall’altra chiama pesantemente in causa responsabilità istituzionali a vari livelli" dichiara Tomei, che parla anche di politiche negative da parte della Regione in materia di turismo, senza dare ascolto alle richieste degli ambientalisti e delle associazioni d'impresa.

Critiche, infine, Tomei le rivolge anche alle quattro amministrazione comunali dei centri declassati: "Il ragionamento vale anche per loro: non si può gonfiare il petto quando le cose vanno bene, facendo il pieno di citazioni sulla stampa specializzata, e poi pensare di poter mantenere le posizioni conquistate per semplice inerzia. Lo stato e la qualità dei servizi richiesti dal protocollo legato all’assegnazione delle Bandiere Blu andavano verificati e controllati per tempo. Adesso va pensata una regia che superi le criticità, imposti il lavoro per tempo, unisca tutte le forze interessate allo sviluppo turistico. In una parola, voltare pagina".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bandiere Blu, Fab Cna Abruzzo: "Pochi controlli"

IlPescara è in caricamento