rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Economia

Tre milioni di euro dalla Banca d'Italia per l'ospedale Covid-19 di Pescara

Per la nostra regione sono previsti 3 milioni di euro per la realizzazione del nuovo ospedale Covid-19 nell'ex sede Ivap

Nuove donazioni da parte della Banca d'Italia per l'emergenza Covid-19 (Coronavirus) del valore complessivo di 9,5 milioni di euro destinate alle regioni Umbria, Friuli Venezia Giulia, Abruzzo e Basilicata.
Per la nostra regione sono previsti 3 milioni di euro per la realizzazione del nuovo ospedale Covid-19 nell'ex sede Ivap.

La struttura sanitaria verrà allestita nella struttura ex Ivap, adiacente al presidio ospedaliero "Santo Spirito".

Dopo il parere favorevole del Capo del Dipartimento della Protezione Civile, Angelo Borrelli, che ha autorizzato la spesa di 7 milioni di euro per i lavori di riqualificazione della palazzina. Gli altri 3 milioni di euro saranno concessi dalla Banca d'Italia.
"Con 10 milioni di euro si potrà realizzare il progetto dell’ospedale Covid-19 a Pescara", dice Marsilio, "se dovessero mancare i fondi, la Regione è pronta ad intervenire. Già martedì si procederà all’affidamento della progettazione dei lavori ed entro 24 ore si passerà all’apertura del cantiere. Secondo i tecnici, serviranno 14 giorni di lavoro, il cantiere sarà attivo notte e giorno, per allestire i primi 20 posti letto e successivamente si procederà a migliorare il progetto. Prima di scegliere la struttura di Pescara, secondo le linee guida dettate dal Ministero della Sanità e dagli infettivologi, i nostri tecnici avevano valutato anche altre ipotesi, tra cui gli immobili di Manoppello. Dopo attente valutazioni, la struttura ex Ivap è sembrata quella più idonea, poiché è collegata al nosocomio ma separata strutturalmente dai reparti dell'ospedale".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tre milioni di euro dalla Banca d'Italia per l'ospedale Covid-19 di Pescara

IlPescara è in caricamento