rotate-mobile
Economia

I balneatori della Cna pronti con le richieste per l'assessore Febbo sulla questione delle concessioni demaniali

Due i punti principali che verranno sottoposti dai balneatori della Cna all'assessore, ovvero la proroga delle concessioni fino al 2033 e la lotta all'erosione delle spaigge

I balneatori della Cna abruzzese sono pronti all'incontro con l'assessore Febbo che si terrà domani nella sala Camplone della Camera di Commercio di Chieti - Pescara in via Conte di Ruvo, dove saranno sottoposti all'attenzione dell'assessore due punti fondamentali, ovvero il rinnovo delle concessioni demaniali fino al 2033 e la lotta all'erosiione delle spiagge.

Lo hanno fatto sapere il direttore regionale Cna Di Costanzo, il coordinatore nazionale Tomei e la portavoce Cardinali. L'obiettivo è avere notizie certe e rassicuranti sul tema soprattutto dei rinnovi delle concessioni, da anni al centro dell'agenda di lavoro della Cna. Tomei ha infatti dichiarato:

Con l’estensione a 15 anni stabilita dalla Legge di bilancio 2019 si riconosce il principio del legittimo affidamento per le vigenti concessioni demaniali marittime, senza risentire anche dopo la scadenza del 2033 del rischio di procedure comparative

Anche la Cardinali ha ribadito l'importanza di una circolare governativa applicativa, per dare serenità al settore e far ripartire gli investimenti presenti e futuri:

L’approvazione di un decreto per fissare termini e modalità per il riordino normativo dell’intero sistema balneare deve riconoscere, e ricomprendere, il modello costituito dalle attuali imprese con la tutela del principio del legittimo affidamento

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I balneatori della Cna pronti con le richieste per l'assessore Febbo sulla questione delle concessioni demaniali

IlPescara è in caricamento