Economia

I Babbi Natale della Sevel riempiono di doni e sorrisi i piccoli pazienti di Oncoematologia

Sono arrivati con qualche giorno di ritardo ma hanno comunque regalato doni e tanti sorrisi ai piccoli pazienti del reparto di Oncoematologia del Santo Spirito di Pescara seguiti dall'Ail

Tanti doni e soprattutto tanti sorrisi carichi di speranza per i bambini del reparto di Oncoematologia pediatrica dell'Ospedale di Pescara. Sono arrivati con qualche giorno di ritardo rispetto al Natale, ma i Babbi Natale della Sevel di Atessa hanno comunque regalato una giornata diversa e speciale ai bimbi seguiti dall'Ail, che da tempo è in stretta collaborazione con l'azienda del chietino.

Vestiti con cappellini da Babbo Natale e le uniformi dal lavoro, insieme al presidente della onlus, Domenico Cappuccilli, ai volontari e agli ematologi Francesco Angrilli e Valerio Cecinati, hanno prima fatto tappa nella sede delle “Scuola in ospedale”, che opera all'interno del Dipartimento di Ematologia, dove hanno consegnato giochi, giocattoli e strumenti musicali ad alcuni bambini e ragazzi ricoverati. Poi, dopo un breve intervento dei medici che hanno illustrato i progressi nelle cure delle malattie ematologiche, si sono trasferiti nel day hospital di Oncoematologia pediatrica, dove hanno incontrato i piccoli pazienti sottoposti ad esami e terapie. I dipendenti della Sevel hanno poi fatto visita alla Casa Ail di via Rigopiano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I Babbi Natale della Sevel riempiono di doni e sorrisi i piccoli pazienti di Oncoematologia

IlPescara è in caricamento