Martedì, 26 Ottobre 2021
Economia Penne

Anche un'azienda agricola di Penne fra le finaliste nazionali del premio "Oscar Green 2020" di Coldiretti

Si tratta dell'azienda "Fattoria d’Annunzio" di Penne gestita dai fratelli gemelli Andrea e Alessio e dal padre Vincenzo, per la categoria speciale dedicata all'emergenza Covid

Importante riconoscimento per un'azienda agricola di Penne, la "Fattoria D'Annunzio" di Alessio D'Annunzio con l'aiuto del fratello gemello Andrea e del papà Vincenzo, che è arrivata in finale per l'Oscar Green 2020 di Coldiretti, premio con il quale grazie al patrocinio del Ministero delle politiche agricole vengono valorizzate le migliori aziende agricole sui temi dell'innovazione e creatività. L'azienda pennese si è distinta per l'impegno, nella prima e dura fase dell'emergenza Covid, dimostrato verso i concittadini pennesi organizzando fra tante difficoltà un servizio di km0 a domicilio cercando di intercettare le esigenze delle persone più svantaggiate, con particolare riferimento agli anziani dei paesi della zona rossa che vivevano soli. Attraverso il proprio furgone, ma non disdegnando le due ruote della fedele bicicletta e dotati di guanti e mascherina, i due fratelli hanno consegnato formaggi e prodotti aziendali direttamente “sulla porta” delle case più sperdute e lontane dai centri abitati, evitando qualunque tipo di contatto a tutela della salute dei più esposti ma assicurando i beni alimentari di propria produzione.

Alessio ha spiegato:

“Un tipo di servizio, quello a domicilio, che abbiamo dovuto rimodulare in  occasione dell'emergenza ma che è servito a poter consegnare  cibo di prima necessità alle persone più in difficoltà in una situazione di grande preoccupazione, solitudine ed emergenza generale  La nostra azienda era all'interno della zona rossa di Penne e abbiamo dovuto creare un "circolo virtuoso" servendo oltre 150 anziani. A distanza di un anno e mezzo dall’inizio della pandemia la consegna a domicilio è diventata un servizio apprezzato e utilizzato da numerosissime aziende, ma all’inizio eravamo in pochissimi, soprattutto per servire le zone interne”.

I dati diffusi da Coldiretti con il centro studi divulga, hanno dimostrato che negli ultimi 5 anni cresce in Italia solo il numero di giovani agricoltori con un incremento dell’8% negli ultimi cinque anni, in netta controtendenza rispetto al dato generale degli imprenditori under 35 che crollano dell’11% nello stesso periodo, dall’industria al commercio fino all’artigianato.

Il maggior appeal del lavoro in campagna si riflette anche sule scelte scolastiche. Nell’anno del Covid gli studenti italiani hanno scelto indirizzi agricoli e ambientali con un incremento del 15% delle iscrizioni agli istituti professionali, secondo una analisi di Coldiretti su dati Miur.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche un'azienda agricola di Penne fra le finaliste nazionali del premio "Oscar Green 2020" di Coldiretti

IlPescara è in caricamento