Economia

Artigianato e piccole imprese dimenticate nel bilancio regionale: l'amarezza delle associazioni di categoria

Casartigiani, Claai, Cna e Confartigianato si uniscono per attaccare la giunta Marsilio in merito alla questione del bilancio dell'ente regionale

Nessuna differenza con il passato e nessun fondo stanziato per l'artigianato e le piccole imprese abruzzesi. Le associazioni di categoria Casartigiani, Claai, Cna e Confartigianato si uniscono nell'attaccare la giunta Marsilio dopo l'approvazione del bilancio dell'ente regionale.

BLASIOLI SUL BILANCIO DELLA GIUNTA MARSILIO

Secondo le associazioni, non vi è alcuna differenza con chi ha amministrato negli ultimi 11 anni, fra centrodestra e centrosinistra con il settore che viene sistematicamente dimenticato, sia sul fronte degli investimenti diretti che su quello della semplificazione burocratica per le imprese e gli artigiani.

Eppure, i dati relativi alla crisi che investe il mondo dell'artigianato e della piccola impresa, architrave del nostro sistema produttivo con circa 30mila imprese su 126mila attive e 70mila addetti, sono sotto gli occhi di tutti, sol che li si voglia guardare per davvero: con la nostra regione agli ultimi posti in assoluto nel rapporto tra nuove imprese e cancellazioni.

Chiederemo un incontro urgente al presidente Marsilio, all'assessore alle attività produttive Febbo, a tutti i capigruppo consiliari di maggioranza e minoranza, per spiegare le nostre ragioni, ma soprattutto per conoscere quali siano le determinazioni della Regione Abruzzo per il rilancio dell’artigianato
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Artigianato e piccole imprese dimenticate nel bilancio regionale: l'amarezza delle associazioni di categoria

IlPescara è in caricamento