Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Economia Centro

Area di risulta, Confcommercio: "No al progetto del Comune, ecco la nostra proposta"

L'associazione dei commercianti pescaresi domani 5 aprile presenterà il suo progetto di riqualificazione dell'area di risulta, che prevede un maxi parcheggio multipiano

No al progetto di riqualificazione dell'area di risulta dell'amministrazione comunale. Dopo il M5S anche Confcommercio Pescara critica la proposta della giunta Alessandrini e presenta il suo progetto. Domani, giovedì 5 aprile sarà illustrato dal presidente Danelli assieme all'achitetto Catani, che ha redatto il progetto.

AREA DI RISULTA, INCONTRO PUBBLICO DEL M5S

Confcommercio critica soprattutto la diminuzione dei posti auto rispetto a quelli attuali e l'affidamento a privati della gestione del parcheggio, con tariffe molto alte.

Il nostro progetto, che sveleremo domani in dettaglio, prevede invece un solo multipiano di proprietà del Comune sul lato Nord dell’Area di Risulta con ingressi dalla rotonda Michelangelo, con facciate in vetro fotovoltaico, giardini verticali e quattromila posti auto nei piani superiori e un piano terra intermodale per i servizi, il parcheggio gratuito dei disabili, gli autobus navetta elettrici, il noleggio dei furgoncini elettrici, delle biciclette e delle auto elettriche che in futuro saranno i soli a poter circolare in Città. 

Nei due piani interrati troveranno posto circa ottocento box più altri duecento sotto l’area di fronte al Bingo, area che dovrà rimanere scoperta per lasciare lo spazio ampio come oggi si trova.  Tutti i box resteranno di proprietà dell’Impresa Costruttrice che potrà venderli a prezzi di mercato per coprire i costi del multipiano.

In questo modo, spiega Danelli, il comune manterrà la gestione dei parcheggi cittadini, ampliando le zone pedonali e gestendo il multipiano senza alcuna modifica alle tariffe attuali, ed anzi avrà un avanzo di bilancio da investire sul Parco Centrale e sul Terminal Bus.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Area di risulta, Confcommercio: "No al progetto del Comune, ecco la nostra proposta"

IlPescara è in caricamento