rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Economia Centro

Area di risulta, Confcommercio: "Pronti a collaborare con il Comune"

Il presidente Danelli torna a lanciare un appello all'amministrazione comunale per modificare l'attuale progetto di riqualificazione dell'area di risulta

Confcommercio Pescara, con il presidente Danelli, ribadisce l'apertura al dialogo con l'amministrazione comunale in merito al progetto di riqualificazione dell'area di risulta, contestato dall'associazione di categoria che da tempo chiede invece di prendere in considerazione la sua proposta evitando soprattutto di cedere l'area dei parcheggi ai privati, con il rischio di un salasso per i cittadini e per tutti coloro che vorranno parcheggiare in centro per fare shopping.

AREA DI RISULTA, LA PROTESTA ARRIVA IN COMUNE

Confcommercio è contraria alla stazione sotteranea degli autobus ed ai parcheggi interrati, sia per una questione economica che per questioni di sicurezza legate alla stazione ferroviaria. Danelli si dice contrario anche alla possibilità di cedere ai privati aree per realizzare appartamenti e negozi, che andrebbero a danneggiare quelli già esistenti del centro commerciale naturale.

Il progetto di Confcommercio, in due fasi, prevede invece:

Per prima la realizzazione della nuova stazione degli autobus urbani e nazionali sul lato Nord dell’Area di Risulta da 15.000 mq. coperti con 60 stalli per la sosta dei pullman e con tutti i servizi che si trovano negli aeroporti, noleggio di auto elettriche con numerosi posti auto gratuiti per i disabili, collegata alla stazione ferroviaria e con bus navetta di collegamento con l’aeroporto e la
stazione di Porta Nuova.

Poiché la restante parte dell’Area di Risulta deve essere utilizzata per strade, piazze e parco attrattivo, i posti auto andrebbero ubicati su cinque piani da realizzare sopra la stazione degli autobus rivestiti da pannelli fotovoltaici come la Stazione Centrale. I parcheggi restano di proprietà del Comune a tariffe invariate e offerte gratuite ai turisti. Soltanto dopo potranno essere eliminati gli attuali parcheggi a raso in modo che il Centro Commerciale Naturale, che il Comune ha dichiarato di voler rigenerare, non venga in nessuno momento privato dei posti auto al servizio dello stesso.

Successivamente, spiega Danelli, verrebbe realizzato un parco centrale recintato con centro congressi, ristoranti ed altri servizi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Area di risulta, Confcommercio: "Pronti a collaborare con il Comune"

IlPescara è in caricamento