rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Economia Spoltore

Arca Voice, è ufficiale: 40 lavoratori a casa

Lo hanno fatto sapere gli esponenti di SI Licheri e Di Brigida. Nonostante i tentativi di un dialogo, l'azienda ha chiuso la filiale lasciando a casa 40 lavoratori

Tutti a casa. I 40 lavoratori dell'Arca Voice, azienda che ha operato a Spoltore del Gruppo Maran, sono ufficialmente senza lavoro. Lo hanno fatto sapere gli esponenti di SI Licheri e Di Brigida. Da tempo Sinistra Italiana era impegnata per avviare una trattativa e scongiurare i possibili licenziamenti, ma l'azienda non ha mai avviato un canale per la trattativa.

ARCA VOICE CHIUDE A SPOLTORE

Licheri e Di Brigida hanno dichiarato:

"Stipendi arretrati, licenziamenti collettivi, ferie forzate, filiali chiuse dall’oggi al domani.  Nonostante la mobilitazione dei lavoratori  i presidi organizzati dalle sigle sindacali a Spoleto e lo stato di agitazione a Spoltore degli ultimi alla fine è arrivata la sentenza definitiva per i dipendenti della filiale operativa “Arca Voice” del Gruppo Maran. E’ stato confermato il licenziamento e siglato il mancato accordo tra sindacati ed azienda in merito alla procedura di licenziamento collettivo avviata lo scorso 24 ottobre. L’unico ad avere ancora un posto di lavoro è il responsabile della sede abruzzese reintegrato presso la principale di Spoleto"

Secondo SI, è assucordo che un'azienda sana senza problemi di commesse possa chiudere da un giorno all'altro una filiale lasciando a casa 40 lavoratori improvvisamente.

Lo ripetiamo da tempo: i lavoratori sono ormai trattati come una merce, utilizzati, spremuti e poi buttati in qualunque momento. Per questo serve un immediato cambio di passo, siamo stufi di rincorrere vertenze che il più delle volte hanno degli esiti drammatici. La politica deve tornare ad essere sovrana sull'economia e il mercato va regolamentato in maniera diversa.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arca Voice, è ufficiale: 40 lavoratori a casa

IlPescara è in caricamento