rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
Economia

Appello del Cna a Chiodi: "Le piccole imprese sono a rischio"

Il presidente del Cna Abruzzo Franco Cambi, interviene con una lettera indirizzata a Gianni Chiodi, sulla crisi economica che sta colpendo le imprese abruzzesi, in particolare quelle piccole e medie. "Serve un sostegno, altrimenti rischiamo la paralisi"

Non usa mezzi termini il presidente del Cna Abruzzo Franco Cambi, che ha inviato nei giorni scorsi una lettera a Gianni Chiodi riguardante la crisi economica che sta colpendo l'imprenditoria locale, in particolar modo le piccole e medie imprese.

Nel comunicato si legge: "La situazione economica della nostra regione è fonte di grave preoccupazione per tutto il mondo della piccola e media impresa. Ai fattori nazionali di criticità, se ne uniscono di locali e specifici" ha detto Cambi.

Sei sono i punti fondamentali su cui si chiede l'intervento dell'amministrazione regionale. In particolare, lo stanziamento di risorse consistenti utili a compensare in parte i mancati introiti per la crisi economica e globale e per il terremoto de L'Aquila, che dimostra di aver pesato su tutta l'economia abruzzese, e non solo sul territorio aquilano.

Inoltre, Cambi chiede una riforma sostanziale della sanità regionale, in modo da ridurre al massimo il deficit accumulato, ed uno snellimento della Pubblica Amministrazione.

Oltre a questo, il Cna da tempo si batte per una maggiore elasticità delle banche e degli istituti di credito, che spesso rifiutano prestiti e finanziamenti alle imprese in difficoltà per semplici cavilli burocratici.

Una situazione quindi considerata critica e dalla quale risulta difficile uscire senza interventi sostanziali che possano modificare l'intero sistema Abruzzo.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appello del Cna a Chiodi: "Le piccole imprese sono a rischio"

IlPescara è in caricamento