Montesilvano, secco no degli albergatori alla tassa di soggiorno

Gli operatori del settore sono compatti nel ribadire la loro disapprovazione nei confronti di questo sistema per fare cassa, seppure a beneficio dell'intero comparto

I 19 componenti dell'associazione di categoria "AlberghiAmo" sono fortemente contrari alla tassa di soggiorno. L'annuncio a sorpresa da parte dell'assessore incaricato Deborah Comardi ha spiazzato gli operatori del settore che in tempi non sospetti, durante l'ultima campagna elettorale, ebbero un confronto con tutti i candidati sindaci per discutere dell'argomento, non riscontrando nel programma della coalizione guidata da Ottavio De Martinis l'intenzione di introdurre tale imposta ai villeggianti. La contrarietà da parte dei titolari delle strutture ricettive sta nel fatto che il loro target di riferimento è fondamentalmente un turismo familiare e, in maniera sporadica, gruppi sportivi.

"La differenza di un euro pro capite su un soggiorno medio di 7 notti incide parecchio e questo contrasta con la politica da noi adottata verso i bambini, i quali hanno la gratuità oltre ad altri servizi inclusi quali la spiaggia e le bevande. A Rimini, pur di accaparrarsi un gruppo, gli alberghi si fanno carico della tassa di soggiorno. Montesilvano resta pur sempre la località abruzzese con il maggior numero di posti letto e il paragone con Pescara non regge per la sostanziale differenza di offerta".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Altra motivazione è l'attuale stagnazione economica che frena le famiglie italiane, sempre più attente a far quadrare i conti e costrette a risparmiare su ogni voce di spesa. Ottavio Di Stanislao, titolare dell'hotel "Nel Pineto" e portavoce dell'associazione suggerisce all'amministrazione comunale una strategia totalmente differente e cioè far veicolare il messaggio che Montesilvano è un comune "Tax Tourism Free". Una strategia di marketing che invoglierebbe tanti vacanzieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenta il suicidio dal viadotto Cerrano della A14: chiusa al traffico l'autostrada, code e disagi

  • Montesilvano si mobilita con una colletta per aiutare la piccola Francesca

  • All'ospedale di Pescara è nato Filippo, il secondo figlio di Alessandro Di Battista [FOTO]

  • Minaccia il suicidio dal viadotto Cerrano della A14: salvato giovane di Pianella, gli aggiornamenti

  • Meteo, ultime ore di caldo ed afa anche in Abruzzo e nel Pescarese: le previsioni

  • Sette migranti positivi nel cas di Moscufo, la rabbia di Sospiri: "Ora tamponi a tutti gli abitanti del paese"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPescara è in caricamento