menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Più di un abruzzese su tre ritiene che l'agricoltura possa essere un buon settore per il proprio futuro lavorativo

L'indagine è stata condotta dall'osservatorio Real Mutua. In particolare i giovani sarebbero orientati ad avviare un'attività nel settore agricolo

Più di un abruzzese su tre, soprattutto fra i giovani, ritiene di poter trovare uno sbocco lavorativo nel settore agricolo e agroalimentare. È quanto emerge dai dati elaborati dall'osservatorio "Reale Mutua" dedicato all'agricoltura. Circa il 40% degli intervistati ritiene il settore interessante dove sviluppare competenze e crescere professionalmente.

.In particolare, l’agricoltura può essere un buono sbocco lavorativo per i giovani (42%), capace di dare soddisfazioni e di trasformare una passione in una professione. Le nuove generazioni, dicono gli abruzzesi, possono trovarvi una realtà formativa e altamente stimolante (16%), per quanto piuttosto faticosa (22%).

Lavorare in agricoltura ha molti aspetti positivi: tra i principali, per oltre un abruzzese su tre (40%) offre l’opportunità di riavvicinarsi alle tradizioni e al territorio e un ulteriore 35% sottolinea il senso di realizzazione che deriva dal veder concretizzarsi davvero gli sforzi compiuti col proprio lavoro.

A livello generale, per gli abruzzesi l'agricoltura è associata all'idea di salute e sana alimentazione per il 35% degli intervistati, e all'idea di tradizione per il 31%. Per il 15% il primo pensiero è quello della fatica nel lavoro dei campi e per un altro 15% agricoltura vuol dire Made in Italy ed eccellenze.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento