Economia

Per l'aeroporto di Pescara si pensa all'ingresso dei privati

D'Alfonso: "Penso che la terza fase della vita dell'aeroporto sia il ritrovamento di un privato che abbia identica e coerente ambizione. Dobbiamo cercare facendo anche un vero e proprio bando o manifestazione di interesse"

"Non so se in Italia siano tanti o pochi gli aeroporti; se si fa il confronto con la Francia il rapporto e' simile. A mio parere bisognerebbe specializzare ogni singola infrastruttura per la sua vocazione". Così il direttore generale dell'Enac, Alessio Quaranta, in occasione del taglio del nastro, all'aeroporto d'Abruzzo, per la fine dei lavori di riqualificazione dell'area 'airside', sottolineando che lo scalo "ha potenzialita' di crescita enormi". A proposito dei lavori, Quaranta ha parlato di "opere utili e funzionali" e ha affermato che "avendo visto cosa la societa' sta preparando in termini di ammodernamento dell'aerostazione, sono anche opere belle". Il direttore dell'Enac ha poi affermato che "2.400 metri di pista costituiscono un'infrastruttura di primo livello", ha sottolineato che "c'e' la volonta' di portarla a 2.700 metri" e ha ricordato lo storico collegamento Pescara-Toronto.

Ribadendo la necessita' di "infrastrutture funzionali allo sviluppo, utili agli utenti, belle ed ecosostenibili", Quaranta ha detto che "a breve con D'Alfonso dovremo ragionare sull'apertura del capitale della societa' a privati che possano dare nuovo impulso alla struttura. Con questa gestione della Saga, societa' che gestisce lo scalo, l'aeroporto ha fatto davvero un salto di qualità"

"Penso che la terza fase della vita dell'aeroporto d'Abruzzo sia il ritrovamento di un privato che abbia identica e coerente ambizione. Dobbiamo cercare facendo anche un vero e proprio bando o manifestazione di interesse", ha detto il presidente della Regione Abruzzo, Luciano D'Alfonso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per l'aeroporto di Pescara si pensa all'ingresso dei privati

IlPescara è in caricamento