rotate-mobile
Economia

L'acqua avvelenata del fiume sulle tavole dei pescaresi? L'allarme degli ambientalisti

Il Forum H20 torna sulla questione dell'acqua contaminata a causa della discarica di Bussi dopo aver appurato che la Regione vorrebbe avviare un progetto di potabilizzazione dell'acqua del fiume Pescara

Potabilizzare l'acqua del fiume Pescara, quando le condizioni sono assolutamente improponibili, sarebbe non solo pericoloso per la salute dei cittadini ma anche uno spreco enorme di denaro pubblico.

A parlare è il Forum H20 degli ambientalisti abruzzesi, che torna sulla questione dell'acqua contaminata dalla discarica di Bussi che ha causato l'avvelenamento dei pesci nel fiume Pescara.

Secondo il Forum, infatti, ci sarebbe l'idea da parte della Regione di avviare il progetto per la potabilizzazione delle acque fluviali captandola dall'impianto di San Martino di Chieti.

PESCE AVVELENATO AL MERCURIO?

"Sicuramente saremmo strafelici di poter brindare al risanamento del fiume Pescara e alla bonifica, non solo di Bussi, ma crediamo che sia irresponsabile da parte degli enti pubblici coinvolti mancare di chiarezza e prospettare quello che resterà irrealizzabile per molti anni visto che a Bussi in otto anni non si è bonificato neanche un granello di terra. Non vorremmo, però, che qualcuno stia pensando di ricorrere a qualche escamotage per portare sui tavoli dei cittadini della valpescara l'acqua del fiume Pescara. Non è che vogliono ripetere quanto già accaduto sul fiume Trigno dove con una dichiarazione di emergenza quasi perpetua da parte della regione si è distribuita acqua potabilizzata da un fiume che non rispondeva ai criteri previsti dalla legge?" hanno dichiarato gli ambientalisti che lanciano un appello al presidente D'Alfonso affinchè non vengano utilizzate scorciatoie pericolose per la salute dei cittadini.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'acqua avvelenata del fiume sulle tavole dei pescaresi? L'allarme degli ambientalisti

IlPescara è in caricamento