Anche in Abruzzo truffe per le sanificazioni da Covid19: la denuncia del Codacons

Esposti sono stati presentati alle procue della regione da parte dell'associazione dei consumatori per tariffe altissime e sanificazioni senza le relative autorizzazioni del caso

Un esposto alle procure abruzzesi per denunciare le truffe ed i raggiri ai danni di commercianti, imprese e cittadini per le sanificazioni da Covid19. A lanciare l'allarme il Codacons Abruzzo, che evidenzia come in questi giorni ci siano delle speculazioni che spesso rasentano el vere e propre truffe.

Prezzo altissimi fino a 25 euro a metro cubo, per listini che prima del Covid19 prevedevano 1,5 euro a metro cubo, interventi spacciati come certificati ma che in realtà sono realizzati da aziende improvvisate che non dispongono delle autorizzazioni per questo genere di sanificazioni ed igienizzazioni.

Per tale motivo il Codacons ha presentato oggi un esposto alle due procure chiedendo di avviare una task force sul territorio regionale alla luce delle possibili manovre fraudolente e speculative nel settore delle sanificazioni e che realizzano i reati di frode in commercio, truffa aggravata, e pratiche commerciali ingannevoli e scorrette.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Codacons invita le aziende che operano nel settore della sanificazione a siglare convenzioni con l'associazione per garantire correttezza e prezzi calmierati escludendo i "furbi" presenti attualmente sul mercato. Per informazioni: info@codacons.it o al numero 89349966.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uomo si toglie la vita, tragedia nel Pescarese

  • È morto Tonino Renzitti, il tabaccaio di piazza Salotto

  • Marsilio firma l'ordinanza sui protocolli di sicurezza per la fase 2, ecco le regole per il mare

  • Fase 2, vecchie abitudini: scoppia una rissa nella zona di piazza Muzii [FOTO]

  • Dal 25 maggio i medici di famiglia e pediatri potranno visionare direttamente i referti dei tamponi

  • Coronavirus, l'Abruzzo piange altre 4 vittime: erano tutte di Pescara e provincia

Torna su
IlPescara è in caricamento