Economia

Anche in Abruzzo il prezzo del tartufo decolla fino a 4.000 euro al kg

A causa della siccità, spiega Coldiretti, i prezzi dei tartufi con pezzatura superiore ai 50 grammi sono arrivati fino a 4.000 euro al chilo praticamente in tutte le regioni italiane

Decolla il prezzo del tartufo a causa della siccità. L'allarme è stato lanciato dal Coldiretti che evidenzia come, a causa della siccità prolungata, le pezzature superiori a 50 grammi abbiano raggiunto in alcuni casi i 4.000 euro al chilo vista la scarsissima disponibilità delle varietà ad alto pregio. I dati sono stati analizzati per 8 regioni italiane: dalle Marche alla Calabria, dall'Umbria al Molise, dall'Abruzzo alla Toscana fino al Lazio quotazioni record anche doppie rispetto a quelle delle annate più favorevoli come si registra alla borsa del tartufo bianco di Aqualagna, la prima ad indicare i valori della nuova stagione

Il Tuber magnatum Pico - precisa la Coldiretti - si sviluppa in terreni che devono restare freschi e umidi sia nelle fasi di germinazione che in quella di maturazione. L'arrivo della pioggia, se non ci saranno manifestazioni violente, fa dunque sperare cercatori e appassionati che affollano le mostre, le sagre e le manifestazioni dedicate al tartufo che coinvolge in Italia circa 200.000 raccoglitori ufficiali che riforniscono negozi e ristoranti, per un business stimato attorno al mezzo miliardo di euro, tra fresco e trasformato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche in Abruzzo il prezzo del tartufo decolla fino a 4.000 euro al kg

IlPescara è in caricamento