rotate-mobile
Economia

Abruzzo, lavoro: Cgil preoccupata per il boom di precari

Sulla carta i dati mostrano livelli di occupazione quasi identici al 2008 prima della crisi, ma la qualità dei contratti è molto diversa. "Troppi precari, soprattutto fra le donne"

L'occupazione in Abruzzo torna quasi ai livelli del 2008 a livello puramente numerico, ma la qualità dei contratti è ben diversa rispetto al periodo pre crisi. LA Cigl con il segretario regionale Innocenzi analizza la situazione occupazionale della nostra Regione, dopo la pubblicazione dei dati Istat.

In Abruzzo il recupero occupazionale sarebbe quasi completato, ma la quantità di contratti a tempo determinato è sensibilmente più alta, provocando una situazione di precariato diffuso soprattutto fra le donne. Senza considerare che in Italia il tasso d'occupazione resta fra i più bassi d'Europa.

"Resta cruciale il tema del rafforzamento dei Servizi per l'Impiego: un'urgenza  che in Abruzzo troverà una prima risposta con l'attuazione della prevista stabilizzazione dei precari il cui iter è di imminente definizione"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abruzzo, lavoro: Cgil preoccupata per il boom di precari

IlPescara è in caricamento