rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Economia

Abruzzo, crescita lenta per l'export nei primi sei mesi del 2015

Il 2015 fa segnare una crescita lenta ben al di sotto della media nazionale per quanto riguarda l'export in Abruzzo. A snocciolare i dati la Cna. "Bene solo il comparto dei motori con Sevel ed Honda"

Export quasi a crescita zero in Abruzzo per i primi sei mesi del 2015, rispetto alla media nazionale che fa segnare cifre ben più importanti. E' quanto emerge dai dati pubblicati dalla Cna a seguito di uno studio di Aldo Ronci.

Nella nostra Regione le esportazioni crescono dello 0,7% rispetto al 2014, appena 26 milioni di euro di fatturato positivo. In Italia, la media invece è del 5%.

"Con il vento in poppa sui mercati internazionali restano solo i mezzi di trasporto, concentrati attorno ai colossi Sevel e Honda. In sei mesi, per questo comparto, che rappresenta da solo quali la metà del totale delle esportazioni, all’attivo ci sono 102 milioni di euro, anche se la crescita viaggia, è il caso di dirlo, con minor impeto della media nazionale: 6,2% contro il 18,6%. " dichiara la Cna, aggiungendo che invece per la maggior parte degli altri comparti ci sono addirittura valori negativi: prodotti in metallo (-34;-15,6%), in quello degli articoli in gomma e plastica (-25;-6,7%), e in quello degli apparecchi elettrici (-13;-10,9%).

Bene invece i prodotti ed apparecchi elettronici al 34,8% di crescita. Cresce anche l'agroalimentare anche se molto meno rispetto alla media nazionale (2,5% contro 8%),

"Alcuni appuntamenti come Expo 2015 hanno rappresentato per le imprese dell’agro- alimentare italiano una importante occasione di sviluppo sui mercati internazionali. Un effetto che non sembra, almeno per ora, essersi riverberato sullo stesso settore abruzzese" ha dichiarato il direttore della Cna abruzzese, Graziano Di Costanzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abruzzo, crescita lenta per l'export nei primi sei mesi del 2015

IlPescara è in caricamento