Giovedì, 13 Maggio 2021
Economia Centro Storico / Piazza Unione

Abbonamenti troppo cari, gli studenti scendono in piazza a Pescara davanti alla Regione

Protestano davanti alla sede della Regione a Piazza Unione gli studenti per chiedere agevolazioni ed abbonamenti gratuiti per gli studenti e pendolari in difficoltà economica ed un aumento delle corse

Sit in questa mattina a Piazza Unione, davanti alla sede della Regione, da parte dei ragazzi del Collettivo Studentesco per chiedere sconti ed abbonamenti gratuiti per gli studenti e pendolari in difficoltà economica, ed un maggior numero di corse per le tratte urbane ed extraurbane.

L'obiettivo è sensibilizzare il consiglio regionale alla campagna MiMuovo, che si occupa non solo del problema dei trasporti ma anche della modifica della legge regionale su diritto allo studio ferma al 1978.

AUTOBUS, NUOVI RINCARI PER GLI ABBONAMENTI?

Saverio Gileno, responsabile del Collettivo Studentesco, ha dichiarato: "Saremo in piazza per chiedere l'apertura di un tavolo di lavoro, per migliorare il trasporto pubblico, con gli studenti, la Regione e la TUA. Inoltre la società è disposta fin da subito ad attuare alcune nostre richieste, come affermato dal Presidente D'Amico durante un incontro lo scorso lunedì. Durante il sit-in del 7 chiederemo anche che si inizi a discutere con le realtà della scuola per aggiornare la legge regionale sul diritto allo studio, ferma al '78 e di fatto retrograda e non in grado di garantire un diritto che noi studenti rivendichiamo da sempre."

Presenti anche i Collettivi Studenteschi di altre città oltre ad altre associazioni cittadine. Verrà presentato anche il calendario delle iniziative legato al No al referendum costituzionale.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abbonamenti troppo cari, gli studenti scendono in piazza a Pescara davanti alla Regione

IlPescara è in caricamento