Martedì, 19 Ottobre 2021
Cultura

Pubblicata la raccolta di racconti “Storie contro la paura. Racconti di lotta al linfoma”

Il ricavato del libro, a cura di Evelina Frisa e pubblicato da Masciulli Edizioni, sarà devoluto al Gal (Gruppo Abruzzese Linfomi) per le sue attività

Si intitola “Storie contro la paura. Racconti di lotta al linfoma” la raccolta di racconti curata dalla giornalista Evelina Frisa edita dalla Masciulli Edizioni di Catignano su iniziativa del direttivo del Gal (Gruppo Abruzzese Linfomi), realtà che si occupa di sostenere e supportare persone affette da linfomi e i loro famigliari e di promuovere la conoscenza di questa malattia. Agli associati è stato chiesto di raccontare le proprie storie, vissute direttamente o indirettamente, con lo scopo di aiutare altre persone che si trovano a combattere la stessa battaglia. Una sorta di cura delle parole che, come recita il titolo, sono preziose per sconfiggere la paura. 22 storie, altrettante visioni e strategie per affrontare il dolore e trovare coraggio. Sono parole scritte per gli altri, per sostenere chi scopre la malattia o i famigliari dei malati, ma anche per creare consapevolezza su questo delicato argomento. I proventi di questo prodotto editoriale saranno devoluti al Gal per le sue attività.

“Per affrontare una malattia – spiega Frisa nella quarta di copertina – non basta la tenacia e la determinazione personale, occorre soprattutto non sentirsi soli. Potersi confrontare, conoscere esperienze e percorsi simili. Questa raccolta di racconti nasce con questo obiettivo. Raccontare un dolore non è mai semplice, c’è altruismo nel volersi esporre, ma al contempo produce anche un grande effetto liberatorio. Una sorta di catarsi che aiuta a metabolizzare, a guardare avanti. Sono storie intrise di gratitudine, per lo più verso i medici e il personale del reparto di Ematologia dell’ospedale Santo Spirito di Pescara, struttura sanitaria alla quale si sono rivolti quasi tutti gli iscritti al Gal, in particolare verso il dottor Francesco Angrilli che fino al raggiungimento della pensione ha lavorato con grande professionalità e umanità lasciando un positivo e affettuoso ricordo della sua persona. Non tutte le storie hanno un lieto fine, tutte però sono preziose. Nel ricordo di chi non c’è più, nel nuovo sguardo sul mondo di chi ha vinto la malattia, è possibile rintracciare il senso della vita e del vivere”.

E conclude: “Ringrazio il Gal, in particolare il presidente Antonio Cetrano, per la lodevole iniziativa che ho curato con piacere, ben consapevole delle importanti finalità perseguite, un ringraziamento particolare va alle persone che hanno scelto di raccontare le proprie storie. Da tutte è possibile trarre utili insegnamenti e importanti riflessioni. Grazie anche all’editore Alessio Masciulli per aver creduto in questo progetto e alla psicologa Adriana D’Annunzio per la preziosa consulenza”.

Il libro è acquistabile in tutti gli store on line, sul sito della casa editrice www.masciulliedizioni.com e nella libreria Mondadori di Pescara. Per informazioni: 334/1918474.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pubblicata la raccolta di racconti “Storie contro la paura. Racconti di lotta al linfoma”

IlPescara è in caricamento