menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stasera Massimo Ranieri in concerto a Montesilvano

A poco più di un mese dal suo ultimo concerto in Abruzzo, il cantante napoletano Massimo Ranieri torna ad esibirsi nella nostra regione: stasera infatti sarà di scena al Palaroma di Montesilvano, a partire dalle ore 21

A poco più di un mese dal suo ultimo concerto in Abruzzo, Massimo Ranieri torna ad esibirsi nella nostra regione: stasera, infatti, sarà di scena al Palaroma di Montesilvano, a partire dalle ore 21. L'artista partenopeo era già stato in zona lo scorso agosto: a Pescara, infatti, aveva tenuto un applauditissimo concerto presso il Teatro D'Annunzio, senza dimenticare la
trionfale doppia data della primavera 2008 al Teatro Massimo. E poi in giro per altre località: Scafa, Vasto, Castel di Sangro etc. Ora eccolo a Montesilvano.

Non è un caso se lo spettacolo di Ranieri si intitola "Canto perché non so nuotare... da 40 anni": questo live permette all'ex scugnizzo di cantare, ballare e recitare raccontando le tappe più emozionanti della propria vita.
Sul palco, Massimo non interpreta solo i suoi brani più famosi, ma anche i classici della musica italiana, con alcune fra le più belle canzoni
d'autore degli ultimi decenni: troviamo motivi di Battisti, Battiato, Mina ed altri. In scena con lui ci sono un’orchestra di tutte donne e un corpo di ballo, sempre completamente al femminile. Le coreografie sono di Franco Miseria, arricchite dai costumi di Giovanni Ciacci, che rendono ogni brano un quadro a sé.

Alla fine del 2006 Massimo Ranieri ha deciso di "regalarsi" un album dove
potesse cantare le proprie canzoni oltre a quelle che aveva sempre amato: è nato così il doppio cd Canto perché non so nuotare... da 40 anni. «Questo disco - spiega Ranieri - è un regalo che mi sono fatto per i miei quarant'anni di musica. Ci sono tutti i brani che il pubblico ha fatto diventare grandi successi, e poi ci sono alcune fra le più belle canzoni d'autore degli ultimi decenni. Alcune le cantavo da piccolo tra i tavolini dei bar di Napoli, altre avevo sempre sognato di cantarle. Ho cominciato a cantare a 8 anni per un motivo soltanto: la paura. Ma questa è la storia che vi racconterò».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zone rosse in Abruzzo, chi entra e chi esce

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento