rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Cultura

Nell'università d'Annunzio la proiezione del documentario "La Casa Viola" contro la violenza sulle donne

L'appuntamento è per martedì 28 maggio alle ore 17:15 nell’aula De Tommaso del campus di Pescara

Violenza sulle donne, nell'università G. d'Annunzio verrà proiettato il documentario "La Casa Viola" di di Maria Grazia Liguori e Francesco Calandra.
Con questo evento si completa il trittico di iniziative internazionali interuniversitarie dedicate al documentario, come riporta l'AdnKronos.

L’ultimo appuntamento accolto nell’ateneo pescarese, dal titolo "Uno sguardo nuovo per una nuova educazione sentimentale/ Ein neuer Blick für eine neue Erziehung der Gefühle", come sempre rivolto a studenti, docenti e cittadinanza, si terrà martedì 28 maggio 2024 alle ore 17:15 nell’aula De Tommaso del campus di Pescara.

Alla presentazione del film e alla discussione parteciperanno: gli autori Maria Grazia Liguori e Francesco Calandra, laureati nel nostro ateneo e attivi in Abruzzo da oltre un ventennio, Anita Trivelli, ordinaria di cinema del Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Moderne dell’UdA, e, da remoto, Uta Felten, ordinaria di Filologia romanza e direttrice del centro interdisciplinare di cultura italiana (CiCi) dell’università di Lipsia, e la sua classe di studenti di Italianistica.

La Casa Viola affronta una questione di scottante attualità con uno stile delicato e rigoroso, componendo un inno mirabile alla resilienza femminile. È un’opera che celebra la profonda matrice umanista del lavoro di Liguori e Calandra, due autori da sempre impegnati per un cinema «che conta», per dirla con Wim Wenders. Un cinema che nutre il pensiero critico e la riflessione sulle forme. L’ideazione, la cura e la conduzione dell’incontro sono della professoressa Anita Trivelli, che è anche consulente scientifica del film.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nell'università d'Annunzio la proiezione del documentario "La Casa Viola" contro la violenza sulle donne

IlPescara è in caricamento