rotate-mobile
Cultura

Parole, emozioni e riflessioni profonde: presentato alla Fondazione Pescarabruzzo il libro di Antonella Caggiano

Riscontri positivi, nel pomeriggio del 19 gennaio, per l'ultima silloge della poetessa e insegnante, edita da Carta Canta Editore di Forlì nel 2023

La Fondazione Pescarabruzzo ha ospitato, nel pomeriggio del 19 gennaio, un evento culturale di rilievo: la presentazione di "La vena delle viole", l'ultima silloge della poetessa Antonella Caggiano, edita da Carta Canta Editore di Forlì nel 2023. Un incontro che ha fatto immergere il pubblico in un mondo di parole, emozioni e riflessioni profonde. Caggiano, insegnante alla scuola media Antonelli, si trova alla terza pubblicazione e gode di crescente popolarità grazie alla sua prosa ricca di sensibilità e al suo sguardo attento sulla vita.

Nata il 13 luglio 1971, si è laureata in Lettere nel 1997, dedicando da allora la sua vita alla passione per la scrittura. L'amore per le parole ha iniziato a pulsare nel suo cuore a soli 11 anni, crescendo e sviluppandosi fino a plasmare il suo stile distintivo. La poetessa, che è anche giornalista pubblicista, ha collaborato con "Il Roma" e "Il giornale di Napoli", affinando la propria abilità nel catturare l'essenza della vita e tradurla in versi toccanti.

Il suo impegno nel campo della scrittura ha poi dato i suoi frutti, culminando nell'ultima creazione, "La vena delle viole". L'evento di presentazione è stato un'occasione unica per il pubblico di incontrare la mente dietro quest'opera d'arte letteraria. Ad accompagnare la serata Davide Rondoni, curatore del libro e figura di spicco nel panorama culturale, che ha offerto uno sguardo approfondito sulla complessità delle poesie di Caggiano, condividendo le proprie impressioni e analisi.

Da sottolineare è anche la collaborazione con Maria Antonietta Marasco, l'artista dietro il suggestivo disegno di copertina di "La vena delle viole". Un connubio tra parole e immagini che, senza dubbio, contribuisce a rendere l'opera ancora più avvincente e multisensoriale. La Fondazione Pescarabruzzo, poi, si conferma luogo di incontro e celebrazione della creatività locale, offrendo una piattaforma per la promozione di talenti come, appunto, Antonella Caggiano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parole, emozioni e riflessioni profonde: presentato alla Fondazione Pescarabruzzo il libro di Antonella Caggiano

IlPescara è in caricamento