Lunedì, 15 Luglio 2024
Cultura

A Battocletti e Olivo i Flaiano per la Narrativa over e under 35: sul palco anche con Ozpetek protagonista è stata la famiglia

Il sentito ricordo del giornalista Franco Farias da parte della presidente TIboni con la consegna del premio speciale, ma anche alla "amica" del Flaiano Lucilla Sergiacomo e i ricordi e le parole del regista e scrittore che ha ottenuto il Premio Speciale sono stati insieme agli scrittori vincitori e non, gli ingredienti di una serata dedicata ai legami anche amicali come certezza e riscoperta

Un testa a testa fino all'ultima scheda quello per il Premio Intenzionale Flaiano per la Narrativa over 35 che alla fine ha visto trionfare “Epigenetica” di Cristina Battocletti edito da “La Nave di Teseo” che il Pegaso d'Oro se l'è aggiudicato con un solo punto, sono stati il momento finale di una serata, quella svoltasi all'Aurum, in cui protagonista è stata la “famiglia” in ogni sua sfaccettatura, nel bene e nel male.

Famiglia protagonista dei tre libri finalisti, con Battocletti che proprio alla luce dei recenti fatti di cronaca e cioè l'omicidio del 16enne Christopher Thomas Luciani, ha voluto dedicare il riconoscimento a “quei bambini che sono in quelle famiglie difficili e che non sanno di stare in quelle famiglie” invitando tutti a sostenerli. Giovani protagonisti dei romanzi finalisti della categoria under 35 con Greta Olivo che il Flaiano per la Narrativa se l'è aggiudicato con il voto della giuria popolare per il suo “Spilli” (Einaudi) che raccontano le difficoltà di una malattia, la perdita della vista, dal punto di vista di un'adolescente quasi a voler simboleggiare quel “buio” che spesso avvolge i giovani, quel male interiore che è così difficile affrontare ancor più se, ancora una volta, ci si sente soli. Famiglia che è anche sinonimo di grande forza, come ha dimostrato la presenza sul palco con le sue tre figlie di Zekia Seddiki, moglie di Luca Attanasio, l'ambasciatore italiano ucciso in un agguato il 22 febbraio 2021 nella Repubblica del Congo e cui è dedicato il Premo di Italianista del Flaiano che ha visto la consegna dei riconoscimenti ai vincitori dell'edizione 2024. 

Ad aprirla la serata dei Premi Internazionali Ennio Flaiano di Narrativa è stato quello consegnato a Ferzan Ozpetek per Cuore Nascosto (Mondadori) con un'intervista molto personale rilasciata dall'autore che ha sottolineato come famiglia siano anche le grandi amicizie parlando in ricordo di Ennio Fantastichini e di come oggi viva un cambiamento nel relazionarsi sì con le persone che sono nella sua vita, ma dialogando anche con quelle che non ci sono più. Riflessioni profonde strappando sorrise quelle di Ozpetek che ha lanciato un messaggio importante dal parco del Flaiano: godersele le persone care perché non sappiamo mai quale sarà l'ultimo giorno in cui potremmo parlare con loro e vederle. Una presenza importante e voluta la sua che nonostante l'inizio della lavorazione del nuovo film, con l'auspicio anche del sostegno di Flaiano ha detto, ha voluto esserci a Pescara per ritirare quello che è il suo quarto Pegaso: il primo della narrativa.

Ricevi le notizie de IlPescara su Whatsapp

E di Flaiano tanto ha scritto e raccontato una grande amica dei Premi Flaino cui è stato consegnato il riconoscimento “Speciale per la cultura”: Lucilla Sergiacomo che dal palco ha raccontato quel suo incontro con l'eclettico personaggio pescarese protagonista di molta della sua opera e di come con la sua scrittura non nasca un amore a prima vista, ma un amore profondo come quelli che solo il tempo sa regalare nella sua grandezza.

Sentitissimo dalla presidente Carla Tiboni il Premio Internazionale Flaiano Speciale consegnato a Eddi e Alessandra, i figli del giornalista Franco Farias che il loro papà lo hanno ricordato sul palco, e per il quale proprio Tiboni ha speso bellissime parole non nascondendo la sua emozione visto la grande amicizia che lo ha legato con suo padre, quell'Edoardo Tiboni che tanto ha dato alla sua Pescara a cominciare proprio dai Premi Flaiano .

"La perdita di Franco è stata improvvisa e ci ha colpito tutti – ha detto Tiboni dal palco -. Di lui ci resta il segno di una persona che insieme a Edoardo Tiboni, Ivanos Ciani e tanti altri hanno creduto che la cultura dovesse essere un bene comune da condividere, che dovesse arricchire la comunità. Ha lavorato tanti anni in Rai, ha assolto sempre con un impegno straordinario il suo lavoro, ma nello stesso tempo è riuscito a coniugare il suo lavoro con un'attività culturale molto intensa, molto mirata per l'Abruzzo”. Abruzzo che amava molto e “che considerava una terra povera, ma, amava dire, tanto ricca di fantasia”, ha aggiunto sottolineando che Farias “ ha contribuito c costruire un pezzo dei Premi Flaiano” e che la sua mancanza “si nota soprattutto per quella ironia e autoironia che aveva”.

La giuria, che insieme a quella popolare ha decretato i vincitori, è stata presieduta da Renato Minore con nuovi e consolidati giurati come Giulia Alberico, Fabio Bacà, Donatella Di Pietrantonio, Maria Rosaria La Morgia, Elena Ledda, Raffaele Manica, Raffaello Palumbo Mosca, Andrea Velardi e Giulia Galeotti.

I Premi Internazionali Flaiano, anche per la 51 edizione hanno avuto il conferimento della medaglia del Presidente della Repubblica. “E’ sempre un onore e una gioia riceverla e una responsabilità custodirla”, ha dichiarato Carla Tiboni Presidente Premi Internazionali Flaiano.

I Premi Internazionali Ennio Flaiano, Patrimonio prezioso di Pescara e dell'Italia, è doveroso ricordarlo, sono stati fondati nel 1973 da Edoardo Tiboni per onorare Ennio Flaiano e costituiscono una struttura articolata in tutta una serie di manifestazioni, rassegne, convegni, spettacoli nei quali confluiscono motivi concreti di cultura: nel senso specifico di produzione di "fatti" letterari, teatrali, cinematografici, televisivi che culminano nelle giornate estive e autunnali della consegna dei premi.

Nella sezione letteraria il Flaiano si è sempre fatto portatore di presenze di eccellenza a Pescara, chiamando in causa annualmente scrittori di indiscussa importanza, alcuni dei quali insigniti successivamente del Premio Nobel come Seamus Heaney, José Saramago, Derek Walcott, Imre Kertesz, Jean Marie Le Clézio e Peter Handke.

La scorsa edizione importanti e noti i nomi che sono saliti sul palco a ritirare il Premio Flaiano di Narrativa nelle varie sezioni. Tra i vari ricordiamo Edith Bruck, Carlo Verdone, Dario Ferrari e Beatrice Salvioni.

Main sponsor della 51 edizione de9 Premi Flaiano sono Toto Holding e Bper. Il premio è inoltre sostenuto da Fratelli De Cecco spa, Citra Vini, AutoAbruzzo Bm, Coop, Toro Liquori e Maico.

I Premi Internazionali Flaiano, anche per la 51 edizione hanno avuto il conferimento della medaglia del Presidente della Repubblica. “E’ sempre un onore e una gioia riceverla e una responsabilità custodirla”, ha dichiarato Carla Tiboni Presidente Premi Internazionali Flaiano.

I Premi Internazionali Ennio Flaiano, Patrimonio prezioso di Pescara e dell'Italia, è doveroso ricordarlo, sono stati fondati nel 1973 da Edoardo Tiboni per onorare Ennio Flaiano e costituiscono una struttura articolata in tutta una serie di manifestazioni, rassegne, convegni, spettacoli nei quali confluiscono motivi concreti di cultura: nel senso specifico di produzione di "fatti" letterari, teatrali, cinematografici, televisivi che culminano nelle giornate estive e autunnali della consegna dei premi.

Nella sezione letteraria il Flaiano si è sempre fatto portatore di presenze di eccellenza a Pescara, chiamando in causa annualmente scrittori di indiscussa importanza, alcuni dei quali insigniti successivamente del Premio Nobel come Seamus Heaney, José Saramago, Derek Walcott, Imre Kertesz, Jean Marie Le Clézio e Peter Handke.

La scorsa edizione importanti e noti i nomi che sono saliti sul palco a ritirare il Premio Flaiano di Narrativa nelle varie sezioni. Tra i vari ricordiamo Edith Bruck, Carlo Verdone, Dario Ferrari e Beatrice Salvioni.

Main sponsor della 51 edizione de9 Premi Flaiano sono Toto Holding e Bper. Il premio è inoltre sostenuto da Fratelli De Cecco spa, Citra Vini, AutoAbruzzo Bm, Coop, Toro Liquori e Maico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Battocletti e Olivo i Flaiano per la Narrativa over e under 35: sul palco anche con Ozpetek protagonista è stata la famiglia
IlPescara è in caricamento