menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Torna in città la "Befana di Eriberto"

L'Associazione Subacquea Eriberto Sub ha deciso di rinnovare l'appuntamento del 6 gennaio con la Befana di Eriberto, che arriverà in città dal mare per distribuire doni e dolci. Luca Mastromattei: "Vogliamo ricordare mio padre"

L'Associazione Subacquea Eriberto Sub, con sede in Via Ugo Foscolo, 49, ha deciso di riorganizzare la storica Befana di Eriberto che si svolgera il 6 Gennaio a Piazza Salotto alle ore 11,00.

Saranno i subacquei dell'Associazione Subacquea "ERIBERTO SUB" a organizzare e promuovere l’edizione 2010 de ‘La Befana vien dal mare’ in memoria di Eriberto Mastromattei, l’ideatore dell’iniziativa che per decenni ha caratterizzato il 6 gennaio a Pescara.

“Lo avevamo già annunciato e promesso alla città quando si stava presentando il programma invernale del nostro Circolo ed ho espresso da subito la volontà di non far morire una tradizione importante alla quale è strettamente legato il ricordo e l’immagine di un balneatore storico ma sopratutto un amico vero che tanto ha fatto e investito per la crescita e lo sviluppo di Pescara.”.

Dal cielo un elicottero della polizia sgancera' sacchi con dolci e giocattoli per bambini che "La befana" ricevera'.

L’organizzazione della manifestazione è ormai in via di definizione: “La ‘Befana’ – ha proseguito Domenico Giorgini (maestro istruttore) – verrà imbarcata su una motovedetta insieme ai sub che comporranno "la scorta" in corrispondenza del porto turistico, quindi intorno alla ore 11,00 sbarcherà direttamente sul tratto di spiaggia antistante piazza Primo Maggio dove, aiutata dai ‘subacquei completi di attrezzatura’ la accompagneranno a Piazza Salotto dove vi sara' un palco ben attrezzato dove si distribuiranno i propri doni a tutti i piccoli presenti.

Durante la mattinata si terrà anche una cerimonia ad hoc nella quale l'organizzazione premiera' diverse autorita' civili e militari consegnando loro doni di vario genere e targa ricordo, per ringraziarli appunto per l'attivita' da loro svolta per la salvaguardia delle vite umane sul mare.

"La Befana di Eriberto" da quest'anno mostrerà il buon cuore e allegerirà il suo ”carico” a favore dei baby pazienti di ematologia. Parliamo della Befana "AIL - IL MESSAGGERO" al quale "Eriberto" non poteva che collaborare. Luca Mastromattei, figlio di Eriberto, ha deciso che alcune centinaia di calze saranno infatti dirottate ai bambini in cura, con un lavoro straordinario cui certo non si sottrarrà il pomeriggio nel salone dell’ospedale.

"Papa' ha incarnato alla citta’ di Pescara un esempio di attaccamento vero ed amore verso la Citta’ stessa, scevro da tentazioni particolari e da interessi o secondi fini, non provinciale, orgoglioso di un certo modo di stare al mondo, capace di attraversare le tragedie personali e di famiglia con dignita’, e di superare le difficolta’ dando la sensazione vera di muoversi nell’interesse di tutti e non solo di una parte…
In qualche modo Pescara non e’ piu’ la stessa senza ERIBERTO, molto di lui e’ mancato: la measta’, il divertire gratuito e con il nulla , le sue battute, le sue “mattita’, l’odio per il cattivo gusto, l’ironia, le disillusioni e le speranze, le grandi ambizioni, il coraggio estremo in tutte le sue forme e la forza nelle avversita’, che sono state tantissime che ha incontrato durante il suo corso di vita."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento