menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Al Museo delle Genti apre la sezione "L'Abruzzo nel presepe"

Un presepe con circa cento statuine di terracotta realizzate dall’artista di Pacentro Giuseppe Avolio (1883-1962) agli inizi del 1900 entrerà a far parte del patrimonio permanente del Museo delle Genti d’Abruzzo di Pescara a partire oggi, 15 dicembre

09-smallLa cerimonia inaugurale della nuova sezione dedicata alla tradizione del presepe avrà inizio alle 17.30 presso l’auditorium Petruzzi con la fiaba “Il Natale di Giorgetto”, scritta da Francesco Sanvitale e recitata da Franca Minnucci, con l’accompagnamento musicale dell’associazione Zampogne e ciaramelle d’Abruzzo.

Alle 18.15 gli zampognari accompagneranno i presenti verso il museo, dove per la prima volta in regione viene allestito “L’Abruzzo nel presepe”: un presepio molto particolare allestito presso le sale espositive del museo al primo piano, con scenografia di Pino Dolente. La sua peculiarità è nel fatto che le circa cento statuine sono vestite con abiti e monili tradizionali della Val Peligna, e che l’ambientazione rievoca il paese di Pacentro, dove Giuseppe Avolio fu pioniere di una vera e propria tradizione artigiana dei “pasquarej”, delle statuine.

«L’ultima volta che un presepe simile è stato visto – ricorda Ermanno De Pompeis, direttore del Museo delle Genti d’Abruzzo – fu a San Pietroburgo nel 2006. In quella occasione il Museo prestò temporaneamente 68 statuine alla mostra internazionale “Il presepe. La tradizione natalizia italiana” voluto dalla Confartigianati e suscitò molta curiosità. È molto importante restituire un’immagine così corale della tradizione popolare contadina: Giuseppe Avolio era attratto in particolare dai costumi “storici”, cioè quelli di Scanno e di Pettorano sul Gizio».

All’inaugurazione seguirà un buffet natalizio, al quale sarà possibile partecipare con quota di 15 euro. Per l’occasione sarà anche possibile, per adulti e bambini, iscriversi all’associazione “” per il 2010, godendo di agevolazioni in attività didattiche e iniziative.

09-small_1

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zone rosse in Abruzzo, chi entra e chi esce

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento