rotate-mobile
Cultura

Paolo Ruffini presenta il suo nuovo libro "Posso solo amare" con l'associazione Progetto Noemi

Al centro della conversazione soprattutto il rapporto tra l'attore toscano e la piccola Noemi, che con la sua testimonianza di vita ha ispirato una delle otto storie presenti nel libro

L'attore toscano Paolo Ruffini, in città per portare in scena la trasposizione teatrale di "Quasi amici" con Massimo Ghini, ne ha approfittato per presentare all'hotel Plaza il suo nuovo libro "Posso solo amare", alla presenza dei soci dell'associazione Progetto Noemi. L'evento, tenutosi nella mattinata del 31 gennaio, ha permesso di riflettere sul concetto di amore come cura. Ne è venuta fuori una chiacchierata speciale, carica di intimità e familiarità.

Al centro della conversazione soprattutto il rapporto tra Ruffini e la piccola Noemi, che con la sua testimonianza di vita ha ispirato una delle otto storie presenti nel libro. Un momento unico di condivisione, confrontandosi anche sulla visione della disabilità da parte dell'autore, impegnato da anni in teatro con il progetto "Up & Down".

L'amore, inteso come dare incondizionato, ribadisce che ognuno di noi deve essere libero di esprimersi nel proprio concetto di vita piena e felice. "Un incontro carico di emozione", dicono da Progetto Noemi, "che ancora una volta ci ha dimostrato come l'amore e l'unione siano il motore che ci spinge avanti, creando opportunità di crescita concreta, sempre all'insegna del 'senza mai arrendersi'. Grazie di cuore a Paolo Ruffini per la preziosa amicizia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paolo Ruffini presenta il suo nuovo libro "Posso solo amare" con l'associazione Progetto Noemi

IlPescara è in caricamento