Inaugurata l'opera “Giulia, la ragazza del fiume Pescara” donata dal maestro Enea Cetrullo [FOTO]

L'opera consiste in un pannello di 170x110 centimetri composto da 40 formelle di maiolica di cm 20x20, e cornice in cotto, che il pittore e incisore pescarese Enea Cetrullo ha voluto donare al Comune

Inaugurata a Pescara l'opera in maiolica “Giulia, la ragazza del fiume Pescara” donata alla città dal maestro Enea Cetrullo.
L'opera consiste in un pannello di 170x110 centimetri composto da 40 formelle di maiolica di cm 20x20, e cornice in cotto, che il pittore e incisore pescarese Enea Cetrullo ha voluto donare al Comune.

L'opera è stata inserita nella zona della riqualificazione delle aree antistanti il “Parco dei Teatri d’Annunzio/Flaiano”.

All’incontro hanno preso parte l’artista Enea Cetrullo, il sindaco Carlo Masci, il presidente del Consiglio comunale Marcello Antonelli, l’assessore Comunale alla Cultura, Mariarita Paoni Saccone, il consigliere comunale Massimo Pastore e il presidente dell’Ente Manifestazioni Pescaresi, Angelo Valori. L’amministrazione del capoluogo adriatico ha accolto la proposta dell’artista finalizzata ad abbellire Pescara e a valorizzare il richiamo culturale alla tradizione della marineria come simbolo identitario. Nell’opera è rappresentato infatti il greto del fiume Pescara su cui  prevale una figura femminile che issa le reti usate per la pesca. Sull’altra sponda, alle spalle della ragazza, la città moderna che guarda al futuro, mentre la protagonista, che indossa una veste composta di ritagli di reti, compie il suo lavoro. Lo stesso autore ha definito quest’opera «un inno alla libertà, alla forza, al coraggio e alla bellezza». Un atto di emancipazione femminile oltre il tempo prendendo a prestito i soggetti legati al mare e al fiume tanto cari a Cetrullo, che già aveva realizzato altri esemplari del genere, sempre in maiolica, donati negli anni scorsi al porto turistico Marina di Pescara. Si tratta di una donazione di carattere meramente liberale, l’installazione è stata curata e sostenuta direttamente dal Comune.

«Come amministrazione ci siamo resi disponibili e abbiamo sostenuto con spirito di gratitudine  la proposta del maestro di decorare l’accesso al teatro-monumento d’Annunzio e all’auditorium Flaiano, spero davvero di aver fatto cosa gradita ai miei concittadini», dice il sindaco, «perché nessuna occasione va persa per rendere Pescara più bella e accogliente e quindi anche il contributo del maestro Cetrullo doveva necessariamente trovare accoglienza. Egli è un pescarese nel vero senso della parola e forse anche per questo un anno fa ha ricevuto il Ciattè d’oro. Oggi quell’ambìto riconoscimento trova un’ulteriore motivazione. Grazie Maestro, a nome di tutti i pescaresi!!».
Il presidente del consiglio comunale dichiara: «Cetrullo da artista e cittadino esemplare dimostra con i fatti quanto sia forte il suo legame con Pescara. Quest’opera migliora il tratto estetico di questi spazi che oggi vengono offerti alla città».
Per Mariarita Paoni Saccone «non è frequente che un artista esprima una sensibilità di natura sociale così importante. Per questo ringrazio anch’io Enea Cetrullo con il quale stiamo progettando una mostra da tenere quanto prima».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Per il Tg1 l'Abruzzo diventa "#zonarozza": la gaffe spopola sul web

  • Uomo ritrovato morto nella sua stanza dal padre anziano, tragedia in viale Bovio

  • Cerbiatto corre sul lungomare sud di Pescara, il video fa il giro del web

  • Furto d'identità a Pescara, il caso finisce a "Le Iene" [VIDEO]

  • Addio a Guido Filippone, Cepagatti piange il suo "Barone"

  • Ha i sintomi del Covid dopo la positività del coinquilino ma il tampone arriva dopo 20 giorni, il racconto di un pescarese

Torna su
IlPescara è in caricamento