rotate-mobile
Cultura

Doppio appuntamento con la fondazione Genti d'Abruzzo per la "Notte europea dei musei"

Sabato 14 maggio al museo delle Genti inaugura la mostra di Lea Contestabile, mentre il museo Cascella ospita il corso per ragazzi "Dipingiamo il mare": i musei resteranno aperti fino a mezzanotte

Doppio appuntamento a Pescara in occasione della Notte europea dei musei in programma sabato 14 maggio grazie alla fondazione Genti d'Abruzzo. Alle 17.30 inaugurerà al Museo delle Genti d'Abruzzo la personale di Lea Contestabile “Un paese ci vuole” curata da Mariano Cipollini e Manuela De Leonardis, mentre dalle 17 alle 19 al museo Cascella protagonisti saranno i ragazzi dai sei anni in su con il laboratorio “Dipingendo il mare” per cui è però obbligatoria la prenotazione possibile inviando una mail a didattica@gentidabruzzo.it o chiamando il numero 085-4510026 (interno 1 o 2). La mostra della Contestabile è un percorso prezioso nella memoria del territorio che parte dalla produzione fotografica di Guido Contestabile, custodita, riletta e rielaborata dalla figlia Lea. Le opere esposte coprono un lungo lasso temporale e raccontano, partendo da un'immagine, storie che sono di volta in volta parte di un cammino.

“Un caleidoscopio di memorie - sottolinea Cipollini - non scandite da una successione nel tempo, ma dal continuo riaffiorare dei ricordi. Un cerchio che si allarga, partendo dalla casa, dalla famiglia, comprende via via il mondo più vicino, il territorio. Lea Contestabile attinge alla materia cosmica: tocca, prova, aggiunge, conserva ritaglia e al cosmo restituisce. Sono lavori che hanno molteplici chiavi di lettura e proprio per questo creano un mondo in cui ogni persona diventa poi depositaria di un piccolo pezzo di storia del territorio. L'installazione, che mette in relazione le opere con gli oggetti del museo, richiama nuove immagini. Lea Contestabile è una delle poche artiste che evoca nel suo lavoro il mondo delle ombre. Non come tentativo di interpretare l’insondabile o come viaggio necessario di cui molti hanno bisogno per supportare un pensiero, ma come riflesso di semplici rievocazioni dell’affettività atte a modificare quel vizio di forma che ci spinge a reiterare sempre gli stessi, rassicuranti percorsi”.

“I musei resteranno aperti fino a mezzanotte - spiega la direttrice della fondazione Genti d'Abruzzo, Letizia Lizza - e potranno essere visitati al costo simbolico di un euro. Fin dall'autunno abbiamo finalmente ripreso a pieno regime tutte le nostre attività espositive ed educative e abbiamo ottenuto sempre un'ottima partecipazione. In questa giornata offriamo una sintesi del nostro impegno, con due eventi altamente rappresentativi”. “Visitare i nostri musei significa partecipare alla rinascita culturale della nostra regione dopo il difficile periodo dell'emergenza sanitaria, che ha fortemente condizionato le attività - ricorda il presidente della fondazione Emilio Della Cagna -. Il nostro comparto soffre ancora per le conseguenze dei due anni di pandemia, anche se, come Fondazione, abbiamo sempre cercato di garantire la nostra presenza sul territorio. Per questo ricordo sempre che chi vuole - conclude - potrà sostenerci anche destinando il 5 per mille della dichiarazione dei redditi alla nostra fondazione: basta inserire nel documento il nostro codice fiscale 01511580688. E' un gesto importante per essere parte della ripresa”.

L'iniziativa Notte europea dei musei è un'inizitiva del ministero della cultura francese patrocinata dall’Unesco, dal consiglio d’Europa e dall’Icom (International council of museum).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Doppio appuntamento con la fondazione Genti d'Abruzzo per la "Notte europea dei musei"

IlPescara è in caricamento