La pescarese Dany D'Orazio espone al Plus Florence di Firenze

E' stata inaugurata la mostra che la pittrice pescarese Dany D'Orazio terrà a Firenze, presso il Plus Florence, fino al 16 aprile 2010. La mostra personale dell'artista è stata fortemente voluta dal prof. Carlo Franza

d-orazio1A Firenze è stata inaugurata la mostra della pittrice di Pescara Dany D'Orazio, presso il Plus Florence, che resterà aperta fino al 16 aprile 2010.

La personale è stata fortemente voluta dal prof. Carlo Franza, che spiega: "La pittura di Dany D'Orazio, al di là delle scelte politiche e stilistiche che si aggrappano tenacemente alla figurazione, seppure con nuovi accenti e nuovi svolgimenti, trova una dolce ossessione proprio nel colore. Tanto che colore e immagine quasi si connaturano nei risultati coraggiosi raggiunti in queste composizioni, specchio e alibi a un tempo di questa scelta realistica".

Aggiunge Dany D'Orazio: "La mia pittura è sicuramente di impatto vitalistico. Nei miei quadri si evidenzia una spiccata e istintiva gioia di vivere, che deriva dall'uso di elementi cromatici a tinte calde, che in assoluto prediligo". Nel suo palmares Daniela può annoverare numerosi riconoscimenti, tra cui il premio Comunicultura - concorso nazionale d'arte contemporanea Casale sul Sile, il premio Agazzi 2009 San Gervasio e il premio biennale Torrita di Siena. Eppure, solo recentemente ha esposto i suoi quadri per la prima volta nella propria città. L'ultimo tributo riscosso da Dany D'Orazio in ordine di tempo è il secondo posto conseguito al Premio D'Annunzio di Pittura 2009.

Della bravura di Dany D'Orazio si è accorto anche il critico d'arte Leo Strozzieri, che la stima e la incoraggia sempre a dare il meglio: "Devo molto al maestro Strozzieri - dichiara Dany D'Orazio - che mi ha spronata ad intraprendere una strada a volte tortuosa per una giovane donna, infondendomi l'amore per questa espressione d'arte e spingendomi a coltivare il mio talento". Quella di Dany D'Orazio è un'arte priva di compromessi, neutra, nel suo accostarsi alla sessualità. Carica di passionalità ed emotività cromatica illuminata da tinte brillanti, in un'incandescente emozionalità che traluce dalla tela perturbante attraverso iridescenti sensazioni. È così che la pittura della D'Orazio si eleva a mera bramosia di elementi a tinte forti, che dai suoi quadri sprigionano sublime vitalità, in una fenomenologia di multietniche sensazioni che traggono origine dalla realtà nel suo manifestarsi.

d-orazio2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza scomparsa da Montesilvano, l'appello per ritrovarla [FOTO]

  • L'annuncio del presidente Marsilio: "L'Abruzzo torna in zona arancione"

  • Coniugi di Rosciano in quarantena per il Covid escono per fare acquisti: fermati a Nocciano, scatta la denuncia

  • Saturimetro: cos’è, come si usa e perché, proprio ora, è fondamentale

  • Nel nuovo dpcm per il Covid arriva la zona bianca: per l'Abruzzo serviranno meno di 650 contagi a settimana

  • Marta Citriniti, studentessa del liceo Galilei di Pescara, nella nazionale italiana di dibattito regolamentato (Debate)

Torna su
IlPescara è in caricamento