rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
Cultura

Nel 1993 il premio Flaiano a Piero Angela: il ricordo della presidente Carla Tiboni

Il riconoscimento alla carriera gli fu assegnato per la carriera televisiva: "Ha contribuito a costruire una televisione moderna conservando un taglio culturale di altissimo livello".

Era il 1993 quando Piero Angela venne a Pescara per ritirare il premio Flaiano alla carriera per la televisione. Oggi, nel giorno della sua scomparsa, la presidente Carlo Tiboni ricorda il famoso e amatissimo giornalista e divulgatore scientifico.

“I Premi Internazionali Flaiano apprendono con tristezza la scomparsa di Piero Angela, che nel 1993 a Pescara ricevette il Premio Flaiano alla carriera per la televisione – scrive Tiboni -. La giuria nella propria motivazione riconobbe al giornalista, scrittore, divulgatore scientifico la grande capacità di essere riuscito a rendere semplici e comprensibili le leggi della fisica e i segreti della scienza, e di aver fatto viaggiare le persone alla scoperta del mondo più remoto, restando dinanzi alla televisione. Dal marzo 1981, prima puntata di Quark, i programmi di Piero Angela non hanno soltanto raccolto successi di audience, ma hanno contribuito a costruire una televisione moderna, pur conservando un taglio culturale di altissimo livello”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel 1993 il premio Flaiano a Piero Angela: il ricordo della presidente Carla Tiboni

IlPescara è in caricamento