Sabato, 20 Luglio 2024
Cultura

Dal palco dei Premi Flaiano il forte messaggio di Mariska Hargitay (Law and Order): "Credete sempre alle vittime di violenza"

Per tutti è Olivia Benson e a quel personaggio che interpreta ormai da 25 anni ha dato molto di sé: è attivista e lotta contro la violenza sulle donne anche fuori dal set e da piazza Salotto ha parlato a nome di tutte le vittime lanciando un appello di responsabilità a chiunque perché ognuno può fare qualcosa per arginare un fenomeno che sembra non conoscere fine

Per tutti da venticinque anni è Olivia Benson, prima detective poi tenente e alla fine capitano nelal serie più longeva della televisione americana: Law and Order svu. Ma forse, a differenza di quanto si possa pensare, Mariska Hargitay che la interpreta sin dalla prima stagione, qualcosa di Olivia Benson ce l'aveva già prima di interpretare quel personaggio che, ha raccontato sul palco dei Premi Flaiano, sentiva suo già prima di avere la parte proprio perché protagonista di una serie che ha aperto le porte a un tema che venticinque anni fa non era di certo centrale nel dibattito sociale, culturale e politico contemporaneo: la violenza, in particolare quella sulle donne e sui bambini.

Avvolta in un abito meraviglioso è arrivata dagli Stati Uniti a Pescara per il Premio Internazionale Flaiano Speciale assegnatole proprio per quel personaggio e per ciò che rappresenta e continua a rappresentare. Nessun atteggiamento da diva hollywoodiana, anzi, molta disponibilità e soprattutto la voglia di esserci per dare un contenuto alla sua presenza su quel palco.

Nella vita privata la Hargitay, infatti, è attivista per il contrasto alla violenza e ha anche una sua associazione no profit che assiste le vittime. “Un privilegio” essere a Pescara, ha detto parlando della passione di tutti i personaggi che l'hanno preceduta nella serata finale della 51esima edizione dei Premi Flaiano, ma anche “un onore” poter dare la voce, la sua, alle donne vittime di violenza.

“Penso che la maggior parte delle vittime di violenza domestica e sessuale non vengano accolte come dovrebbero: questo – ha quindi aggiunto parlando della sua Olivia Benson – è un personaggio che crede alle vittime, che le ascolta, che si batte per le donne, che amplifica le loro voci e dà loro speranza e che ricorda loro che non sono sole”.

Ricevi le notizie de IlPescara su Whatsapp

Tre i provini che ha fatto per ottenere quella parte che voleva, che ha avuto e che l'ha consacrata sul piccolo schermo davanti al pubblico di tutto il mondo. Un personaggio che è riuscito a diventare ben più di un personaggio televisivo dunque, ma un vero punto di riferimento per chi vive il dramma della violenza. Quando le è stato chiesto se dopo 25 anni, con la 26esima serie già annunciata, c'è ancora bisogno di Law and Order svu ha risposto: “sì. Vorrei vivere in un mondo in cui non fosse necessario perché vorrebbe dire che non ci sono più storie di violenza da raccontare, ma non è così”.

È al pubblico che Mariska Hargitay ha voluto parlare lanciando da piazza Salotto un messaggio importante e universale articolato in cinque punti in cui ha parlato della responsabilità che ognuno di noi, vittima o no, ha nel contrastare un fenomeno che non sembra trovare fine.

Il primo è l'agire insieme “perché solo così potremo porre fine alla sofferenza. Voglio parlare direttamente alle vittime, a chi la violenza l'ha subita o vive una situazione di difficoltà. Non siete soli. Ricordatevi che coloro che vi fanno del male fanno leva sul vostri isolamento che rende più facile commettere crimini contro di voi. Non è colpa vostra – ha aggiunto -. Il male che avete subito non vi definisce”. Sebbene non sia perfetto il sistema qui come a New York, ha aggiunto, “chiedere aiuto si può”.

A chi vittima non lo è l'attrice ha chiesto di “credere alle vittime. Ascoltare senza giudicare conta moltissimo”, ha sottolineato riferendosi a quella mentalità universale per cui la prima domanda che ci si pone è “era ubriaca?” o magari “indossava la minigonna?”. “Non sottovalutate mai – ha detto ancora Hargitay - il potere che avete di influenzare la vita di qualcuno, di indirizzare la traiettoria dei sentimenti di qualcuno”.

Tornando alle vittime ha invitato loro a parlare dei loro problemi, anche con figli e familiari e con chiunque voglia ascoltare. “Una società che parla apertamente di questi crimini è scomoda per chi li commette. Siate coraggiosi”.

Quindi l'impegno sociale che non è solo la condanna nelle parole, ma nell'azione per cui tutti possiamo fare qualcosa collaborando con associazioni e organizzazioni dando supporto alle vittime di violenza.

Infine l'appello: “continuate a credere che il cambiamento sia possibile. Credeteci profondamente e non allontanatevi mai da questa convinzione. Ho detto che il mio sogno è sempre stato quello di lavorare in Italia, ma la verità è che lo faccio con il mio show da 25 anni ed essere qui è ancora meglio. Posso riconoscere e celebrare con voi questo profondo lavoro”.

Insomma una star diretta, semplice e che ha conquistato il pubblico mostrando un lato di sé molto personale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal palco dei Premi Flaiano il forte messaggio di Mariska Hargitay (Law and Order): "Credete sempre alle vittime di violenza"
IlPescara è in caricamento