Cultura

"Pescara - riscoprire la città scomparsa", il libro di Massimo Palladini

Come spiega l'autore, questo volume "raccoglie i contributi autorevoli di specialisti di storia urbana, archeologia, storia dell'architettura e della rappresentazione, di urbanistica"

Si intitola "Pescara - riscoprire la città scomparsa" il volume curato da Massimo Palladini, presidente della sezione Italia Nostra "Gorgoni" di Pescara, e dedicato a una parte poco conosciuta del capoluogo adriatico. Il libro, che è stato presentato ufficialmente lo scorso 24 settembre con un evento in Comune, viene pubblicato da Riccardo Condò Editore.

Come spiega l'autore, questo volume "raccoglie i contributi autorevoli di specialisti di storia urbana, archeologia, storia dell'architettura e della rappresentazione, di urbanistica. A loro abbiamo chiesto approfondimenti su fasi dello sviluppo urbano di Pescara, sui luoghi singolari del suo tessuto, sugli strumenti più idonei per dare continuità alla nostra memoria, mettendola a disposizione di un pubblico vasto. Abbiamo inoltre chiesto a chi è preposto alla salvaguardia del patrimonio storico come conciliare e rendere sinergiche le azioni di tutela con quelle di disciplina urbanistica corrente".

Infine, dice Palladini, "abbiamo delineato una serie di prospettive per rimettere al centro della costruzione della città il suo cuore storico, spesso nascosto dai tanti segni sovrapposti e bisognoso del progetto contemporaneo per tornare a parlare, anche in termini spaziali, al cittadino. Riteniamo infatti che, dopo tante rifondazioni della città indotte dai traumi della storia ma anche dalla colpevole smemoratezza dell'uomo, le sfide che sono davanti a noi prendereno essere affrontate recuperando quel che siamo stati, dall'antichità alla ricostruzione post bellica".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Pescara - riscoprire la città scomparsa", il libro di Massimo Palladini

IlPescara è in caricamento