rotate-mobile
Cultura Castellamare / Strada delle Fornaci

Dai lavori di via delle Fornaci riaffiora Fonte Borea

E' una delle fontane più antiche della città Il vicesindaco Del Vecchio: "Due gli impianti trovati, grazie alla collaborazione con la Soprintendenza. Saranno riportati a vista"

Durante i lavori di messa in sicurezza di Via delle Fornaci, dagli scavi in atto nel cantiere sono tornate alla luce due fontane. Dopo una ricognizione fatta dal dottor Andrea Staffa della Soprintendenza ai Beni Archeologici, è risultato un impianto semi circolare con vasca risalente all'epoca tardo medievale, che è posto su una struttura in pietra arenaria presumibilmente ancora più antica.

Tale fontana pare essere proprio l’antica Fonte Borea, che esisteva a Colle del Telegrafo, ma di cui si erano perse le tracce e che era la principale fontana di tutta questa parte del territorio comunale. Dagli stessi lavori è riemerso anche un altro impianto, forse a servizio della prima fontana, che intercettava l’acqua dalle colline retrostanti.

Soddisfatto il vicesindaco Enzo Del Vecchio, che parla di “un controllo archeologico che è consuetudine dall’epoca dell’amministrazione D’Alfonso e procede di pari passo con i lavori pubblici in corso”.

Di fronte a questo doppio “ritorno” si procederà cercando di mantenere a vista i due impianti. Nel primo caso si è ricavato un buco lungo un muro di contenimento, nel secondo caso il Comune cercherà di trovare la soluzione migliore, di concerto con la Soprintendenza, il Sindaco e la Giunta.

“Tutto questo - dice Del Vecchio - considerato pure che Fonte Borea è praticamente la “gemella” di un’altra fontana che ci sta molto a cuore, Fonte Locca, che si trova a San Silvestro e di cui ci interessa il recupero, perché appartengono alla storia e alla memoria della città. Queste fontane sono state per secoli un importante punto di riferimento per l’approvvigionamento idrico di una grande parte della città”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dai lavori di via delle Fornaci riaffiora Fonte Borea

IlPescara è in caricamento