menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pescara, l'appello di Italia Nostra: "Salvate Borgomarino"

L'associazione parla di una tendenza che "mette nell’obiettivo soprattutto l’edilizia storica che viene demolita mentre tutti proclamano la volontà di salvarla, determinando, invece, le condizioni della sua scomparsa"

Italia Nostra - sezione di Pescara interviene per denunciare ciò che sta succedendo in questi giorni: "Scompare un’antica casa in strada vicinale Bosco (retaggio di uno storico borghetto suburbano) e parte la demolizione di un brano significativo di Borgo Marino Nord, dalle tradizionali case dei pescatori. Pescara cancella la sua storia e aggrava la sua crisi urbana con una scriteriata densificazione delle aree centrali che complicherà i problemi di parcheggio, di traffico, di carico e scarico per i servizi".

L'associazione parla di una tendenza che "mette nell’obiettivo soprattutto l’edilizia storica che viene demolita mentre tutti proclamano la volontà di salvarla, determinando, invece, le condizioni della sua scomparsa. La attuali demolizioni sono conseguenza diretta delle innovazioni urbanistiche introdotte nella disciplina comunale e di carenze normative nella protezione del patrimonio storico", perché "gli edifici in questione non sono classificati come degni di protezione nella recente variante per la loro tutela, nonostante il loro sicuro interesse storico".

Per quanto riguarda il caso di Borgo Marino Nord, Italia Nostra ricorda che era stato anche prodotto un progetto di cui però "il Comune non ha voluto tenere conto". E ancora: "Una malintesa ricerca della “città verticale” viene spacciata per modernità e invece copre la pura speculazione". L'associazione chiede dunque al Comune di aprire "con urgenza" un tavolo per la revisione della normativa urbanistica e la migliore protezione dell'edilizia storica. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento