rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Cultura Centro / Via Nicola Fabrizi

Inaugura il Clap Museum: il sottosegretario Vittorio Sgarbi e "il Michelangelo del fumetto" al taglio del nastro

Un polo museale e laboratoriale dedicato al fumetto quello che l'8 dicembre grazie alla fondazione Pescarabruzzo, apre in via Nicola Fabrizi: tante le opere di Andrea Pazienza che ospiterà con l'artista Tanino Liberatore protagonista della prima mostra temporanea

Inaugura ufficialmente l'8 dicembre il Clap Museum (Comic-lab-art-Pescara) di via Nicola Fabrizi. Al taglio del nastro del nuovo polo museale voluto dalla fondazione Pescarabruzzo saranno presenti il sottosegretario alla cultura Vittorio Sgarbi e Tanino Liberatore conosciuto come “il Michelangelo del fumetto”.

Una struttura su quattro livelli acquistata e riqualificata dalla fondazione con un investimento complessivo di 3 milioni di euro per farne un polo espositivo e laboratoriale per il fumetto, arte della cultura popolare soprattutto giovanile e fenomeno artistico sempre più diffuso a livello internazionale.

Al suo interno opere di alto livello acquistate grazie anche ad un'attenta partecipazione alle aste che hanno permesso di avere nel Clap Museum molte opere di Andrea Pazienza, considerato dalla critica l’Omero della Nona Arte e che a lungo si è formato e ha operato nel capoluogo adriatico. Si aggiunge una importante donazione di ben 128 opere dell’artista prematuramente scomparso, a favore della fondazione fatta dal maestro Sandro Visca, professore di Andrea al liceo Misticoni.

Una delle più significative collezioni fra quelle dedicate a Pazienza (324 opere in totale), arricchite nell’occasione da nove capolavori del periodo di “Convergenze” provvisoriamente prestate dalla signora Rita, vedova del fondatore della galleria Peppino D’Emilio, viene esposta dall’8 dicembre in modo permanente nelle attrezzate sale espositive sui primi due livelli del Clap. Ai livelli 0 e -1 sarà ospitata la prima mostra temporanea del nuovo spazio museale, quella di Tanino Liberatore “Di corpi e frammenti”, un percorso di oltre 100 opere, di cui 70 inedite e mai esposte in Italia, con sezioni speciali dedicate all’eros, al leggendario personaggio Ranxerox, alla reinterpretazione che Liberatore fa dei supereroi e al rapporto dell’artista con musica, storia e poesia.

“Siamo lieti, come fondazione Pescarabruzzo, di potere inaugurare questo nuovo spazio dedicato alla Nona Arte con una collezione così importante di opere del mitico Andrea Pazienza e con una originale temporanea di Tanino Liberatore – dichiara il presidente Nicola Mattoscio -. Quest’ultimo è insignito, tra gli altri riconoscimenti, del 'Romics d’Oro' 2005, il più alto tributo conferito ai maestri del fumetto, dell'illustrazione e del cinema internazionale, nonché del premio internazionale Corradino d’Ascanio 2022. Entrambi gli artisti sono stati contaminati, anche per esperienze umane realmente vissute, dal fertile laboratorio sperimentale e culturale pescarese degli anni ’70. Le mostre a loro dedicate vogliono essere l’emblema stesso del luogo che li ospita: uno spazio simbolo insieme della modernità e dell’archeologia industriale, trasgressivo e alternativo, cantiere aperto ai fermenti più vivi e alla libera e potente espressione della Nona Arte”.

La giornata inaugurale si articolerà in due momenti. Alle 15 ci sarà la cerimonia riservata alle istituzioni alla presenza degli esponenti dei più prestigiosi enti culturali di prossimità. L’evento inizierà all’esterno del polo museale con il taglio del nastro e proseguirà all’interno con un breve tour attraverso le esposizioni permanenti e temporanee. Chiuderanno la cerimonia i saluti istituzionali con le conclusioni del sottosegretario Sgarbi. Alle 16.30 l'apertura al pubblico alla presenza di Liberatore che Frank Zappa definì “il Michelangelo del fumetto”. L’artista incontrerà e guiderà il pubblico in visita all’esposizione personale insieme alla curatrice della temporanea, Paola Damiano. A seguire, alle 17.30, l’appuntamento è con i fumettisti, animatori e autori Simone Angelini e Marco Taddei che dialogheranno con Luca Raffaelli, giornalista, autore e storico del fumetto, e con Claudio Curcio, presidente di Comicon-International pop culture festival organizzatore e partner della fondazione per la mostra temporanea.

Concluderà la giornata proprio Liberatore che si esibirà in una spettacolare performance di disegno dal vivo per il pubblico. Infine, per l’occasione, una speciale statua di Ranxerox realizzata con moderne tecniche 3D sarà esposta da subito, entrando a far parte della collezione permanente, grazie alla donazione dell’artista e di Comicon al Clap Museum.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inaugura il Clap Museum: il sottosegretario Vittorio Sgarbi e "il Michelangelo del fumetto" al taglio del nastro

IlPescara è in caricamento