rotate-mobile
Cultura

All'Aurum la seconda edizione del "Pescara Liberty Festival": tra i protagonisti Antonella Ruggiero e Maurizio Rolli

Dopo il successo della prima edizione torna la manifestazione ideata da Sergio Rendine: ci saranno anche Debora Caprioglio, Andrea Bosca e musicisti come Mimmo Malandra e Marianne Li

All'Aurum di Pescara torna il “Pescara Liberty Festival”: la kermesse che l'anno scorso ha riscosso un grande successo, si svolgerà dal 24 al 30 luglio che vedrà tra i protagonisti Antonella Ruggiero, Debora Caprioglio e Andrea Bosco oltre a musicisti del calibro di Maurizio Rolli, Mimmo Melandra e Marianne Li impegnati in produzioni originali nate proprio per il festival ideato da Sergio Rendine e che gode del sostegno di Comune e Regione, e firmate da alcuni dei più prestigiosi artisti contemporanei. Tutti gli appuntamenti si terranno a partire dalle 21.30 nel piazzale Michelucci e saranno spostati all'interno della struttura in caso di pioggia.

“Presentare la seconda edizione vuol dire molto per me, significa aver ottenuto la fiducia dell’amministrazione e soprattutto il gradimento del pubblico – dichiara Rendine – Anche questa volta abbiamo invitato degli ospiti di grande esperienza, notorietà e talento. Un’attenzione speciale va ai compositori contemporanei, tra le firme italiane più prestigiose, che hanno accettato di collaborare alla nascita di un nuovo stile, il Neo Liberty, che vuole avere uno sviluppo irradiante proprio a partire dalla città di Pescara e da questo festival”.

“Il Pescara Liberty Festival – aggiunge il sindaco Carlo Masci – nasce nel periodo più complesso per un festival con una vocazione sovranazionale. Il Liberty è un modo d’intendere la vita e Pescara, con le sue ville, i suoi palazzi, la sua vivacità, può esserne e ne sarà testimone a livello internazionale già con le prossime edizioni”. A presentare e sostenere l'evento oggi anche il presidente del consiglio regionale Lorenzo Sospiri e l’assessore comunale alle cultura Maria Rita Carota.

Alcuni dei protagonisti della seconda edizione del Pescara Liberty Festival

IL PROGRAMMA

Si parte domenica 24 luglio con “Fantasia di luci, acqua e fuoco danzanti”, per non dimenticare l’incendio della Pineta dannunziana. Musica da “Passio et Resurrectio” di Sergio Rendine, da un disco Naxos registrato con Enzo Gragnaniello, sul palco anche il oro del teatro Marrucino di Chieti.

Il 25 luglio sarà la volta di Debora Caprioglio, l'attrice da molti ricordata per il film campione d'incassi "Colpi di fulmine", che sul palco salirà insieme all'attore Pino Ammendola, l'attore napoletano che esordì nel 1963 con Nino Manfredi. Si esibiranno in "Luna d’Estate", recital poetico-musicale con le più belle romanze (Lieder) di Francesco Paolo Tosti in una versione inedita: le romanze, infatti, sono state arrangiate per coro e orchestra anziché per voce e pianoforte. A dirigere il tutto sarà il maestro Ernani Catena.

Martedì 26 lugkio spazio a “Souvenir d’Italie, le più belle canzoni Liberty e Neo Liberty” con la voce di Antonella Ruggiero, il pianoforte di Paolo Di Sabatino e la fisarmonica Renzo Ruggieri, fisarmonica.

In scena mercoledì 27 luglio “Paese mio bello, L’Italia che cantava e canta” con Lello Giulivo, Gianni Lamagna, Anna Spagnuolo, Patrizia Spinosi e Michele Boné e Paolo Propoli alle chitarre. Un concerto a quattro voci per cantare Napoli, l’Italia, e non solo, con lo sguardo rivolto al mondo, alle passioni e alle esperienze dei protagonisti.

Giovedì 28 luglio sarà la volta di “A contrary motion, Il curioso caso di (Big) Band-jamin Button”, soundtrack ispirata a “Storie dell’età del Jazz” di Francis Scott Fitzgerald con: Maurizio Rolli & Rolli’s tones Big Band, Mike Applebaum, direttore e flicorno solista.

Quella di venerdì 29 luglio sarà la serata dedicata ai grandi compositori contemporanei. “Musica Neo-Liberty” questo il titolo della serata che prevede prime escuzioni assolute di Marco Tutino, Lorenzo Ferrero, Marco Betta, Luciano Bellini, Sergio Rendine. Sul palco l’Orchestra sinfonica Amadeus diretta da Luciano Bellini. Solisti: Marianne Li, tromba e Mimmo Malandra, saxofono soprano.

Gran finale sabato 30 luglio con un doppio appuntamento. Si parte alle 18 con la proiezione del film Coda - I segni del cuore (regia di Sian Heder, anno 2021). Dedicato in particolare alla comunità sorda e coda (dall’inglese child of deaf adult), con un servizio di interpretariato Lis. Il film sarà sottotitolato. Si chiude alle 21.30 con “Immaginifico notturno. D’Annunzio, attese e disattese musicali”, mise en éspace in un atto, da un’idea di Eleonora Paterniti e Pierluigi Pietroniro con la voce di Andrea Bosca, attore piemontese, volto noto del piccolo e grande schermo. Protagoniste le corrispondenze, gli scambi e i rapporti epistolari in singole lettere, telegrammi, memorie familiari e personali, intenti e sentimenti tra D’Annunzio e importanti musicisti italiani nei primi anni del ‘900 come Respighi, Toscanini, Pizzetti, Malipiero, Casella e Puccini, diventano per l’occasione pretesto d’ascolto e d’incontro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

All'Aurum la seconda edizione del "Pescara Liberty Festival": tra i protagonisti Antonella Ruggiero e Maurizio Rolli

IlPescara è in caricamento