rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cultura

"Eja, alalà. Viva l'amore", pubblicato un poemetto inedito di Gabriele d'Annunzio

La stesura risale agli anni Novanta dell'Ottocento, a un Vate molto giovane, ventenne, e diverso da come lo immaginiamo comunemente

È un poemetto fino ad ora inedito attribuito a Gabriele d'Annunzio, si intitola "Eja, alalà. Viva l'amore" ed è stato pubblicato dalla casa editrice De Piante di Busto Arsizio (Varese) nella collana "Pochi libri per pochi", con una tiratura limitata stampata in 300 copie numerate. "A Francavilla/ siamo venuti/ per darvi un saggio/ in tre minuti": questi i primi quattro versi della pubblicazione del poemetto conviviale che fu attribuito allo scrittore e poeta abruzzese. 'Attribuito' e non 'scritto' perché si tratta di un manoscritto non firmato, ma che gli studiosi hanno accertato essere del Vate. Fu scritto fra Pescara e Francavilla al Mare in occasione di una festa con un tono quasi goliardico, ironico, sarcastico.

La stesura risale agli anni Novanta dell'Ottocento, a un Gabriele d'Annunzio molto giovane, ventenne, e diverso da come lo immaginiamo comunemente. È un poemetto di rime baciate intrecciate di 761 versi dal quale traspare un poeta che non è eroico e guerriero, ma leggero, divertente, divertito, popolare e conviviale. Per la prima volta in una sua opera si legge l'espressione "Eja, alalà", utilizzata come un grido d'amore, di gioia, che poi il fascismo farà propria e cambierà di significato ma, negli anni in cui venne redatto il poemetto, non aveva ancora nulla a che fare con le oscure trame del regime di Benito Mussolini.

Il manoscritto del componimento comparve sul mercato in un catalogo d'asta di Bloomsbury nel 2009, dove venne acquistato e depositato negli Archivi del Vittoriale degli Italiani a Gardone Riviera (Brescia) e pubblicato soltanto sulla rivista interna della Fondazione. Oggi è edito da De Piante grazie a una concessione del presidente della Fondazione del Vittoriale degli Italiani, Giordano Bruno Guerri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Eja, alalà. Viva l'amore", pubblicato un poemetto inedito di Gabriele d'Annunzio

IlPescara è in caricamento